Birra, arte e outdoor fanno delle Fiandre una Flourishing Destination

La strategia di Visit Flanders si basa sul passaggio dalla quantità alla qualità dei visitatori come primo obiettivo e della creazione di un network di soggetti che beneficino tutti del turismo, spostando il peso delle priorità dall’attrazione alla connessione. Non si tratta solo di attirare visitatori, ma di creare del valore aggiunto per tutti i soggetti coinvolti. “Miriamo quindi a rafforzare il potere positivo del turismo affinché le Fiandre possano prosperare, diventare una Flourishing Destination. -spiega Giovanna Sainaghi, direttrice Italia di Visit FlandersIl turismo non è più il fine ultimo, bensì un mezzo per raggiungere obiettivi più grandi di quelli legati alla sola filiera turistica, in un ecosistema che interseca visitatori, residenti, soggetti legati al business turistico in maniera diretta ma anche indiretta come gli operatori italiani, inclusi a tutti gli effetti nel raggio di azione dell’ente e il luogo stesso”.

La linea strategica 2023

I nostri sforzi di promozione sono concentrati sui visitatori che scelgono consapevolmente la nostra destinazione perché qui possono alimentare i loro interessi e vivere le loro passioni verso i temi che rendono le Fiandre uniche: la cultura della birra, il patrimonio culturale e artistico, la passione per le due ruote e le attività ricreative negli spazi verdi della regione. -prosegue la direttrice- Il 2023 ci vedrà impegnati su questi pilastri, con particolare enfasi sull’arte ed esperienze sulle tracce di Rubens, Van Eyck, Dieric Bouts ed Ensor da vivere tra città d’arte, ed un nuovo prodotto che si aggiunge alla tematica legata al patrimonio culturale: i castelli e i giardini delle Fiandre disseminati lungo la regione. Le esperienze sulle due ruote non mancano, abbiamo nove itinerari ciclabili iconici per una vacanza in bicicletta attraverso natura, mare e città d’arte, cultura e gastronomia; oppure, per chi ama faticare sui pedali, la Flandrien Challenge: una sfida con sé stessi per riuscire a completare i 59 muri iconici delle Fiandre in meno di 72 ore. Invece, la novità sul fronte birra è la apertura del Belgian Beer World a Bruxelles, senza dimenticare gli itinerari tra birrifici e festival dedicati alla birra belga”.

Bilanci e voli

“Il 2022 si è rivelato migliore del 2021 con una propensione al viaggio sicuramente maggiore. Nel 2023 confidiamo che la nostra attività di promozione possa non solo attirare visitatori, ma generare occasioni di incontro e creare un valore aggiunto per il turista e per la comunità locale. Intanto fa dicembre scorso e fino a metà aprile, la compagnia SkyAlps collega per la prima volta Bolzano ad Anversa tre volte a settimana. Altrimenti i collegamenti rimangono dalle principali città italiane verso l’aeroporto internazionale Brussels Airport e su Bruxelles Sud Charleroi. Una volta atterrati, consigliamo di utilizzare il treno sia per comodità che per rendere il viaggio più sostenibile” conclude Giovanna Sainaghi.

Le iniziative per il trade

La terza edizione in presenza dei Flanders Talks, l’appuntamento di Visit Flanders dedicato al trade in calendario dal 2021. “Si tratta di un programma di formazione b2b che ha l’obiettivo di lavorare fianco a fianco con il trade italiano, in linea con la nostra strategia. -speiga Mayra Caroppo Venturini, responsabile trade dell’ente di promozione turistica– L’idea nasce da una chiara convinzione: crediamo che i professionisti del turismo siano i connettori tra la nostra destinazione e i visitatori che possono beneficiare di un’esperienza unica nelle Fiandre. Il nostro obiettivo è quindi stimolarli, non solo con i nostri prodotti ed esperienze, ma anche offrendo la possibilità di riflettere e discutere insieme sulle nuove tendenze e scenari (sia nell’offerta che nella domanda) e sul modo di lavorare. Il filone è quello dell’apprendimento attraverso la condivisione, coinvolgendo anche partner esterni di prestigio. Saremo anche presenti sul territorio con la partecipazione ai vari workshop organizzati dagli aeroporti e con una serie di nostri momenti legati all’arte e al patrimonio, alla cultura della birra belga e alle due ruote, nei quali coinvolgiamo gli agenti di viaggio e che ci permettono tenere uno scambio diretto con gli operatori e di promuovere i nostri highlight. Inoltre la newsletter dedicata al trade, che inviamo mensilmente ai nostri contatti, è da sempre uno strumento utile per mantenere un dialogo con gli operatori”.

 (Crediti foto: Dave Van Laere)

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti