Trasformazione e sinergie, ecco il modello Sandals

Leader nell’ospitalità di lusso all-inclusive, il marchio Sandals Resorts International è continuamente alla ricerca dei cambiamenti che possano anticipare le mode future. Il suo piano di sviluppo, infatti, prevede diverse iniziative per il prossimo futuro, grazie a progetti entusiasmanti  sia per il brand Sandals che per quello Beaches Resorts e che vanno nella direzione della trasformazione e delle sinergie.

I piani in Giamaica

In Giamaica, dove Sandals Resorts è nato nel 1981, il gruppo sta trasformando due resort all-inclusive acquisiti nel 2020: l’ex Jewel Dunn’s River Beach Resort & Spa a Ocho Rios e il Jewel Runaway Bay Beach Resort & Waterpark, oltre ad un appezzamento di terreno di fronte al mare adiacente al resort Ocho Rios. Queste proprietà diventeranno tre proprietà distinte che amplieranno il portfolio dei brand Sandals Resorts e Beaches Resorts.

I piani di sviluppo della fase 1 sono iniziati con la trasformazione totale di Sandals Dunn’s River, che ritorna alla famiglia Sandals con lo stesso nome di quando è stato originariamente inserito nel portafoglio Sandals Resorts, nel 1990, e che aprirà come nuovissimo resort il prossimo 24 maggio 2023 (prenotabile già da ora). La proprietà di 260 camere è stata sottoposta ad una ristrutturazione totale ed è progettata per abbracciare l’essenza della Giamaica e alcune delle nuove camere e suite saranno le più innovative di Sandals. Inoltre, tutti i giochi d’acqua del resort traggono origine dalle riserve naturali delle iconiche Dunn’s River Falls.

La fase 2 prevede la creazione della proprietà gemella Sandals Royal Dunn’s River, che sarà adiacente e offrirà agli ospiti la possibilità di usufruire dei servizi di entrambi i resort.

L’espansione del Beaches Negril

È inoltre in corso l’espansione del resort per famiglie Beaches Negril in Giamaica, dove sono state inserite 12 nuove ed ampie butler suites fronte mare: sei Firesky Reserve Villas e sei della nuova Eventide Penthouse Collection (già prenotabili per soggiorni a partire dal 6 aprile 2023). Alcune di queste suite possono ospitare fino a 18 persone, il che significa che sono perfette per vacanze in famiglia multigenerazionali. Questa espansione porta il numero totale di camere di questo resort a 197.

Investimenti a St. Lucia

Nel corso di questo anno, sono previsti anche investimenti sull’isola di St. Lucia, dove già possiede tre resort all-inclusive di lusso. Sono in atto importanti progetti di ristrutturazione per Sandals Halcyon Beach, dove verranno aggiunte cinque nuove suite Koko Rondoval Villa e 20 nuove Joli Beachfront Suites, che sono già in vendita ora. È previsto anche un nuovissimo villaggio Rondoval al Sandals Regency La Toc a Saint Lucia.

Sull’isola di St. Vincent e Grenadine sorgerà un nuovo resort del brand Beaches Resorts, dedicato alle famiglie. Il resort – ex Buccament Bay Spa and Resort chiuso a causa di un fallimento nello sviluppo nel 2016 – sarà completamente ristrutturato e trasformato e segnerà l’esordio della catena Luxury Included Beaches Resorts nell’arcipelago, noto come i “Gioielli dei Caraibi”.

Ristorazione ed entertainment

La maggior parte delle restrizioni messe in atto durante la pandemia dai Governi delle isole sono state ora allentate; tuttavia i resort hanno continuato a mantenere alcuni elementi del Sandals Platinum Protocol of Cleanliness (come le postazioni di disinfettante per le mani), in modo che gli ospiti possano continuare a godersi in sicurezza la loro esperienza nel resort.

I riscontri del mercato italiano

Il mercato italiano è stato particolarmente performante nel 2022 e ha recuperato più velocemente del previsto, considerando che la stagione è stata troppo corta perché i confini sono stati riaperti a marzo e sono mancati i mesi particolarmente cruciali per gli arrivi dall’Italia, come quelli autunno-invernali.

“Dopo un 2022 che ha visto il mercato italiano riaffacciarsi sul lungo raggio – spiega il gruppo – il 2023 sarà estremamente interessante. Si prevede che i ritmi di prenotazione tornino in linea con quelli pre-pandemici, lo anticipano i primi segnali, che mostrano come ci sia ancora un ampio bacino di persone che hanno posticipato il matrimonio o il viaggio di nozze al 2023 e che stanno già prenotando. L’aggiunta del Sandals Dunn’s River che torna nel portfolio a maggio, supportata da voli diretti dall’Italia alla Giamaica con la compagnia aerea Neos – prosegue l’azienda – dovrebbe anche essere una scelta popolare per il mercato italiano, oltre alla recente inaugurazione del Sandals Royal Curaçao che ha aumentato la curiosità, con buoni collegamenti via Amsterdam dall’Italia e una serie di entusiasmanti ‘Sandals Firsts’ (Island Inclusive, Mini Coopers, Dos Awa Infinity Pool ecc.)”.

Le partnership

Anche quest’anno il gruppo propone alcune iniziative in partnership con i tour operator italiani che, da anni, lo supportano nella commercializzazione del prodotto Sandals Resorts, in particolare con coloro che hanno in programmazione i Caraibi, ma non solo.

“Contiamo di poter avere le medesime collaborazioni pre-pandemia, come è avvenuto comunque già lo scorso 2022, malgrado appunto l’apertura dei confini solo a fine del primo trimestre – dichiara l’azienda -. Lo stesso possiamo dire anche delle varie attività di co-marketing che vorremmo organizzare con alcuni di loro per promuovere il nostro brand alle agenzie di viaggio. Inoltre, investiamo continuamente per rendere il nostro prodotto più accessibile ai nostri partner attraverso la cooperazione con i fornitori di tecnologia europei. Organizzeremo nuovamente anche dei corsi di formazione per i professionisti del settore, parteciperemo ad eventi e fiere e daremo tutto il nostro supporto ai nostri stimati partner per aiutarli ad aumentare la vendita dei Sandals Resorts e dei Beaches Resorts ai loro clienti”. L.D.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti