Aeroporti del Nord Est, per la summer crescita a doppia cifra

Volumi di traffico in crescita del +11% rispetto all’estate 2022, con un recupero di oltre il 90% sulla stagione estiva 2019. Sono queste le previsioni per la summer 2023 del Polo Aeroportuale del Nord Est, che nel corso di un workshop tra Treviso e Verona ha tirato le somme con 150 adv e 45 operatori tra compagnie aeree, enti del turismo e tour operator.

Per la stagione estiva 2023, che avrà inizio domenica 26 marzo e si concluderà sabato 28 ottobre, le prospettive per i tre aeroporti del Polo – Venezia, Verona e Treviso – sono di una domanda molto elevata di voli nazionali e internazionali.

Lo scalo veneziano conferma il suo ruolo di terzo gateway intercontinentale nazionale, ulteriormente rafforzato dalla vivacità del mercato nordamericano, direttamente collegato al Marco Polo dai voli su New York Jfk e Atlanta di Delta Air Lines, New York-Newark di United Airlines che aumenta la capacità introducendo aeromobili B777 al posto dei 767, Philadelphia di American Airlines, Toronto e Montreal entrambe servite sia da Air Canada che da Air Transat.

Prosegue e si intensifica inoltre il collegamento su Dubai: da fine marzo Emirates introduce una sesta frequenza settimanale, che diviene giornaliera da inizio giugno.

Le opportunità rappresentate dall’apertura al turismo di nuovi mercati quali l’Arabia Saudita si concretizzano nell’attivazione di voli su Jeddah (dal 28 marzo) e Riyadh (dal 20 aprile) e sull’introduzione di collegamenti su Giordania, Armenia ed Estonia.

Ai vettori “storici” del Marco Polo, si aggiungono due nuove compagnie aeree: l’islandese Play, che dal 29 giugno vola su Reykjavik con frequenza bisettimanale, e SunExpress, joint venture tra Lufthansa e Turkish Airlines, con un volo su Smirne.

I principali mercati estivi in termini di posti in vendita sono costituiti, nell’ordine, da Italia (12 destinazioni), Regno Unito (7 destinazioni), Francia (7 destinazioni), Germania (8 destinazioni), Spagna (6 destinazioni), Stati Uniti (4 destinazioni). Di questi, i Paesi con maggiore crescita rispetto al 2022 sono Regno Unito, Germania e Stati Uniti, che propongono un’ offerta equivalente a quella del 2019.

L’aeroporto di Treviso prospetta un recupero di traffico che, come per gli altri aeroporti, supererà il 90% di quanto realizzato nella stagione estiva 2019, grazie all’attività di Ryanair e Wizz Air.

I mercati con maggiori posti in vendita sono costituiti da Spagna (10 destinazioni), Romania (5 destinazioni), Italia (3 destinazioni), Francia (3 destinazioni), Polonia (6 destinazioni), Belgio (1 destinazione)

La stagione estiva dell’aeroporto Catullo è caratterizzata da un forte incremento dei collegamenti sui mercati di Regno Unito e Germania: il primo cresce del +23% rispetto all’estate 2022 e del +2% rispetto a quella del 2019, il secondo si intensifica grazie a nuovi collegamenti su Berlino di Volotea (bisettimanale dal 26 maggio) e su Dusseldorf di Eurowings, che contribuiscono ad un incremento del 30% dei volumi di traffico verso la Germania rispetto al 2022.

I maggiori mercati dello scalo sono costituiti da Italia (11 destinazioni), Regno Unito (11 destinazioni), Germania (6 destinazioni), Albania (1 destinazione), Grecia (9 destinazioni), Spagna (7 destinazioni).

Con l’estate Neos, vettore con base al Catullo e riferimento per il traffico turistico outgoing, introduce il nuovo collegamento su Reykjavik, che si aggiunge alle destinazioni su Egitto, Grecia, Spagna, Italia, Tunisia, Israele, Capo Verde.

“Questi due giorni di workshop costituiscono per noi un fondamentale momento di sintesi di un lavoro portato avanti con le compagnie aeree nell’arco degli ultimi dodici mesi – ha dichiarato Camillo Bozzolo, direttore sviluppo aviation del Gruppo Save –. La capacità che proponiamo con i tre aeroporti è pressoché in linea con l’offerta del 2019 ed è fondamentale per la costruzione da parte delle agenzie di viaggio di proposte che soddisfino le esigenze del pubblico più allargato e contribuiscano a stimolare nuovi mercati”.

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti