Emissioni di Co2: i vettori europei sosterranno i costi più elevati

Nei prossimi anni le compagnie aeree europee sentiranno il peso delle normative sui prezzi delle emissioni di anidride carbonica in misura maggiore rispetto ai loro rivali internazionali, ma i vettori più forti della regione dovrebbero essere in grado di trasferire gran parte dei costi ai viaggiatori. A dirlo S&P Global Ratings in un recente rapporto.

L’indagine “Europe’s Airlines To Bear Highest Carbon Costs” ha osservato che le normative ambientali più severe in Europa potrebbero mettere sotto pressione la qualità del credito dei vettori europei più deboli, che faticherebbero di conseguenza ad adottare strategie per ridurre i costi legati alle emissioni.

Le normative europee sulle emissioni di Co2 sono più severe e più costose, il che significa che le compagnie aeree che trasportano i viaggiatori all’interno della regione pagano di più per bruciare combustibili fossili rispetto a quelle che operano al di fuori dei suoi confini”, ha dichiarato Rachel Gerrish, analista di S&P Global Ratings.

Il rapporto sottolinea inoltre che le ambizioni di decarbonizzazione del settore dell’aviazione si basano in larga misura sulla sostituzione dei combustibili fossili con combustibili per l’aviazione sostenibili, che comportano costi significativi.

Tags:

Potrebbe interessarti