I contrasti e i colori della stagione

“La primavera per noi è una stagione di contrasti: a marzo e aprile possiamo incontrare chi in maniche corte corre, cammina o va in bicicletta nel fondo valle o chi approfitta ancora della neve in quota per uscite con gli sci o con le racchette da neve e si gode il sole delle giornate che si allungano sempre di più. Da maggio anche i laghi in quota si animano, e i bike park riaprono”. A tracciare questo scorcio è Stefano Ravelli, direttore Apt Valsugana.

Gv: Su quali aspetti si concentra l’offerta primaverile dei laghi?

“La primavera riparte con i mille colori delle fioriture. I laghi, ad iniziare da quello di Garda, attraggono già da marzo turisti tedeschi e inglesi per poi ‘aprirsi’ a tutto il mondo. Tra le proposte di attività che mettono in relazione gli ospiti con il territorio durante le ‘belle stagioni’ ci sono l’esplorazione sensoriale nel parco o la passeggiata consapevole tra gli alberi e l’elemento acqua o ancora le attività di ricerca e raccolta di erbe spontanee locali in Valle dei Mocheni. Per non parlare poi di tutta l’offerta di vacanza attiva, molto apprezzata in queste stagioni. Esplorando i laghi del Trentino, da quello del Garda e il vicino Lago di Ledro, alla perla del Lago di Molveno e altri ancora, si possono scoprire proposte nuove e offerte di ospitalità alternativa”.

Gv: Quali le iniziative correlate alla sostenibilità e alla certificazione ottenuta?

“Il Trentino di fatto è per natura sostenibile: la ricchezza dei suoi boschi che filtrano l’aria così come depurano le acque delle sorgenti. Acqua che viene poi utilizzata a valle per la produzione di energia pulita sono sicuramente dei punti di unicità. In questi ultimi anni sono in ogni caso aumentate le azioni che hanno spinto in avanti. Come nel caso della Val di Sole con la stazione di sci di Pejo che è diventata Plastic Free o la Valsugana che dal 2017 ha intrapreso un processo di certificazione”.

Gv: Quali le aspettative per la prossima stagione sul fronte domestico e internazionale e l’obiettivo che intendete raggiungere?

“Le aspettative sono molto alte, soprattutto per il fuori stagione, dove pensiamo di raccogliere importanti risultati. La possibilità di avere delle offerte sviluppate su misura e la presenza di attività fisse garantite proposte dalle nostre Apt fanno del Trentino una destinazione ‘facile’ da vivere. Oltre al mercato italiano, che conta per il 40% circa del totale delle presenze, i tedeschi nei mesi di aprile e maggio e poi settembre e ottobre si alternano ai tanti olandesi che trovano nell’offerta del turismo all’aria aperta sulle sponde dei laghi o al fresco dell’altopiano del Tesino proposte in linea con le loro esigenze”.

Laura Dominici

 

Foto Val di Fiemme – Cavalese – Cascata del Rio Val Moena, Fototeca Trentino Sviluppo S.p.A.. Foto di Aringa Studio

Tags: , ,

Potrebbe interessarti