Tra vendemmia e raccolta delle mele

D’autunno il Trentino si colora di tonalità accese e diventa teatro di una febbrile attività produttiva. Questa stagione è sicuramente uno dei momenti più animati dell’anno grazie alla vendemmia e alla raccolta delle mele ma si può vivere appieno anche nei borghi e nelle città dove vengono organizzati eventi e rassegne dedicati alla valorizzazione delle produzioni locali: dalla Val di Non con “Pomaria”, alla Piana Rotaliana Königsberg con “Incontri Rotaliani 2023”, fino alla città di Trento con il “Festival del Trentodoc” e “Autumnus” è possibile degustare ottimi vini e prodotti gastronomici di eccellenza.

Enoturismo in Piana Rotaliana

Nel cuore del Trentino, in Piana Rotaliana Königsberg, il focus dell’offerta autunnale vede nell’enoturismo l’elemento maggiormente caratterizzante. Questo angolo di territorio, accoccolato nella valle dell’Adige a nord di Trento, si presenta come una distesa di viti cinta da montagne di roccia a strapiombo oppure da dolci colline. Qui da più di due millenni viene coltivata la vite e vengono prodotti vini di altissima qualità da vitigni autoctoni, quali il Teroldego Rotaliano e la Nosiola. Vi si trova la più alta concentrazione di aziende vitivinicole del Trentino che propongono imperdibili esperienze per vivere il territorio e le degustazioni in modo nuovo e coinvolgente. Questa terra solcata dall’Adige e dal Noce vanta molte prelibatezze che è possibile scoprire ascoltando i racconti delle persone che le producono. Ma la Piana Rotaliana Königsberg è anche terra di grappa; un’arte, quella della distillazione, che viene tramandata di generazione in generazione da più di 150 anni.

Esperienze all’aria aperta

Tra i focus dell’offerta autunnale spicca senz’altro il prodotto outdoor con le passeggiate tra i vigneti colorati o sul Monte di Mezzocorona,
raggiungibile anche con una funivia che arriva a 900 mt. O ancora, con il nuovo percorso bike “Giro del vino 50”, un suggestivo itinerario cicloturistico ad anello che attraversa tutto il territorio, da Lavis a Roverè della Luna, ideato per offrire al visitatore un’esperienza di grande bellezza. “Il tracciato si struttura in due anelli – ha spiegato Rosa Roncador, direttrice del Consorzio Turistico Piana Rotaliana Königsberg Ets -, quello a nord pianeggiante e quindi più veloce, e quello a sud con salite e dislivello maggiore ma più panoramico. Entrambi utilizzano piste ciclopedonali esistenti, strade locali a basso traffico e sentieri di campagna immersi tra boschi, vigneti e corsi d’acqua. Il percorso si snoda tra siti storico-artistici di pregio, piccoli borghi e punti panoramici, ma soprattutto va a toccare le numerose aziende locali”.

I trend emergenti

“In autunno chi viene in Piana Rotaliana Königsberg vuole vivere una dolce evasione, godere di relax e gusto con le esperienze in cantina e quelle gastronomiche – ha raccontato poi Rosa Roncador -. Il territorio è assai vivace grazie agli eventi legati alle produzioni e alle sue tradizioni e stiamo notando che gli ospiti chiedono sempre più esperienze enogastronomiche immersive durante le quali ‘sporcarsi le mani’
e apprendere, in modo diretto, antichi saperi, il tutto sempre più all’aperto. Importante è anche la relazione con persone che vivono con
passione il loro mestiere e che diventano veri e propri testimoni del territorio in cui vivono. Il territorio è apprezzato anche dalle coppie che cercano un luogo dove trascorrere in relax un fine settimana all’insegna di paesaggi variopinti, scorci inaspettati, buon cibo e ottimo vino –
ha spiegato ancora, puntualizzando che – per la Piana Rotaliana Königsberg attualmente il mercato di riferimento è essenzialmente quello italiano (70%) ma nell’ultimo anno abbiamo rilevato una crescita delle presenze straniere, soprattutto da Austria e Germania”.

Festival enogastronomici d’autunno

Trentodoc Festival (21-24 settembre 2023 – Trento)
Tre giorni per degustare, imparare, condividere e fare amicizia con le bollicine di montagna. Punto di riferimento del festival è la città di Trento, con i suoi cortili, i parchi e i palazzi storici, alcuni dei quali saranno aperti appositamente per l’occasione. Senza dimenticare i bar e i ristoranti, che nei giorni del festival animeranno il centro storico con eventi, degustazioni e menù abbinati a Trentodoc. Non solo: il Festival varcherà le mura cittadine con diversi eventi sul territorio trentino, alla scoperta dei luoghi d’origine del Trentodoc (www.trentodoc.com).

Pomaria (13-15 ottobre 2023 – Casez Val di Non)
L’evento che celebra la mela nei suoi mille aspetti, ma non solo, durante il quale i visitatori possono conoscere l’intera Val di Non, la sua arte e la sua storia. “Pomaria”, il cui nome proviene dal latino pomarium (frutteto) è stata ideata in onore di Pomona, dea protettrice dei frutteti e rappresenta il forte legame con una terra antica che valorizza il passato per far conoscere la propria cultura (www.pomaria.org).

Autumnus (19-22 ottobre 2023 – Trento)
Un’iniziativa rivolta alla valorizzazione e promozione delle eccellenze enogastronomiche della Terra Trentina: centinaia di aziende si riuniranno durante quattro giorni di degustazioni, approfondimenti, laboratori e show cooking per riscoprire le radici e le tradizioni che hanno dato vita ai prodotti simbolo del territorio. Un festival che punta alla sperimentazione e alla poetica del gusto ma che non dimentica le sue origini (https://autumnus.trento.it/).

Incontri Rotaliani. Teroldego e vini dell’Etna (5-6 novembre 2023 – Mezzocorona, Mezzolombardo e San Michele all’Adige)
Incontri Rotaliani è un’iniziativa biennale che mira a valorizzare la Piana Rotaliana e il suo vitigno autoctono, il Teroldego Rotaliano, e che si caratterizza per il confronto con altre rinomate regioni vitivinicole: dopo la Borgogna (Francia) e La Rioja (Spagna), questa terza edizione vedrà come regione ospite l’Etna, zona produttiva siciliana d’eccellenza. I tre comuni della Doc ospiteranno dunque due giornate ricche di incontri, degustazioni, banchi d’assaggio con i produttori e live experience aperti a tutti, dagli specialisti di settore, agli appassionati di vino, ai semplici curiosi (www.incontrirotaliani.it).

Alessandra Tesan

Valle dei Laghi – Trento – Bollicine su Trento 2010 – Bottiglie Trentodoc, Fototeca Trentino Sviluppo S.p.A. Foto di Romano Magrone

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti