Assoviaggi: prenotazioni in adv in crescita, ma attenzione al caro prezzi

“I viaggi sono in ripresa, ma c’è ancora molto da fare per tornare ai livelli pre Covid”. Ad affermarlo è Gianni Rebecchi, presidente di Assoviaggi Confesercenti, in una nota.

Attenzione al caro prezzi del di settore

Rebecchi osserva che “la ripartenza certificata dall’Istat, infatti, non è stata sufficiente per tornare ai livelli pre-pandemia: rispetto al 2019 gli italiani hanno fatto 16,4 milioni di viaggi in meno, e le prenotazioni nelle agenzie di viaggi – nonostante una netta accelerazione sul 2021 – sono ancora il 40% di quelle registrate nell’ultimo anno prima della crisi sanitaria. I dati del 2022 sono dunque positivi e fanno bene sperare per quest’anno, ma dobbiamo fare attenzione al caro prezzi del settore causato dall’inflazione che potrebbe provocare una riduzione dei viaggi e delle vacanze”.

Attesa per lo sblocco dei 39 mln

Rebecchi ha anche fatto sapere che, “dopo l’incontro con il ministero del Turismo attendiamo, nei  prossimi giorni, la pubblicazione del decreto per lo sblocco, ora con nuovi parametri, dei 39 milioni di euro stanziati per le agenzie di viaggi e tour operator, misura oltretutto riferita alle perdite di fatturato del 2021. Oggi siamo nel 2023 e le nostre imprese non possono più attendere. L’obiettivo è tornare ai livelli pre crisi, per questo chiediamo al Governo di agire in fretta”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti