Gen Z e Gen Alpha cambieranno i viaggi d’affari 

Entro il 2030, la Gen Alpha inizierà il proprio percorso professionale, mentre la Genz Z sarà il gruppo demografico più numeroso della forza lavoro. Partendo da ciò Sap Concur ha pubblicato un documento intitolato “Prepararsi per la Gen Z e la Gen Alpha: come le generazioni più giovani cambieranno i viaggi d’affari e la gestione delle spese” per aiutare i travel manager e i leader aziendali a capire come le operazioni di viaggio e spese dovranno essere adattate in futuro.

La tecnologia una necessità

La Gen Z e la Gen Alpha sono cresciute in un panorama digitale che sta plasmando le loro preferenze e aspettative tecnologiche. Pertanto, le aziende devono essere all’avanguardia e al passo con un mondo digitale in continua evoluzione e dal ritmo incalzante, per garantire la fidelizzazione dei dipendenti e rimanere al contempo produttive e redditizie. La velocità di internet e l’utilizzo di smartphone e applicazioni mobili influisce sulle preferenze di comunicazione sia dei lavoratori di oggi sia del futuro. Secondo una ricerca commissionata da LivePerson, il 65% degli intervistati della Gen Z preferisce comunicare digitalmente piuttosto che di persona, questo ha portato a contatti più brevi, frequenti e diretti tra i dipendenti.

Le aspettative

La tecnologia plasma le aspettative di personalizzazione della Gen Z, compreso il modo in cui l’azienda e i leader approcciano le opportunità di sviluppo e il percorso di carriera. In tal senso, secondo Deloitte, i datori di lavoro dovranno comprendere i comportamenti e le tendenze di una generazione che si aspetta una maggiore personalizzazione nel modo in cui viene trattata dal proprio datore di lavoro.

Per le nuove generazioni, sempre secondo la ricerca pubblicata da Deloitte, la sostenibilità è una priorità assoluta, infatti il 77% degli intervistati ritiene importante che i valori dell’azienda siano in linea con i propri. Questo porta il settore privato a dover affrontare una crescente pressione da parte di Millenials, Gen Z e Gen Alpha per portare avanti gli sforzi di sostenibilità, scenario già evidenziato nei risultati dell’indagine Sap Concur Global Business Travel Survey 2022: quasi il 100% degli intervistati della Gen Z ha dichiarato di voler adottare misure per ridurre il proprio impatto ambientale durante i viaggi di lavoro nei prossimi 12 mesi.

Di conseguenza, le aziende stanno stabilendo obiettivi realistici e mirati, intraprendendo azioni misurabili e ottenendo risultati quantificabili per ridurre al minimo l’impatto ambientale. Le migliori pratiche di T&E saranno modellate dall’impatto delle preferenze tecnologiche, degli stili di comunicazione e delle aspettative di sostenibilità della Gen Z e della Gen Alpha per percorrere una tendenza destinata a continuare con maggiore enfasi con l’ingresso delle nuove generazioni nella forza lavoro.

“Le aziende devono adottare le tecnologie più recenti e stabilire obiettivi di sostenibilità misurabili per attrarre e trattenere i talenti – spiega Gabriele Indrieri, vp e managing director di Sap Concur Emea South -. Per questo motivo, i leader del settore T&E dovrebbero iniziare a discutere con i loro partner operativi, con la direzione dell’ufficio e con gli altri dirigenti dell’azienda per fare il punto sulla situazione e su come tali operazioni potrebbero dover cambiare in futuro”.

Tags:

Potrebbe interessarti