I traghetti? “Asset fondamentale per il turismo in Italia”

“I traghetti rappresentano storicamente un asset tanto fondamentale quanto spesso sottovalutato per il turismo in Italia. Un turismo che si sviluppa molto anche nelle varie isole del Paese. Basti pensare che nel 2019, escludendo Sicilia e Sardegna così come altre isole con un proprio aeroporto, i traghetti hanno consentito l’arrivo di oltre 1,5 milioni di turisti, che hanno generato oltre 8 milioni di presenze”. A parlare è Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo, che analizza il segmento dei ferry, sottolineando che, questo volume di incoming “senza i traghetti non si sarebbe mai manifestato”. Inoltre, “proprio grazie ai traghetti, anche nel biennio pandemico hanno potuto continuare a contare su un flusso consistente di visitatori. Questa informazione, che raramente viene fatta emergere, è, o dovrebbe essere, sufficiente a far capire la centralità di questo prodotto”, sottolinea il manager.

Gli investimenti fatti e da fare

Un settore, che, negli ultimi anni “è migliorato tantissimo sul fronte dell’ospitalità, ispirandosi sempre di più agli standard delle navi da crociera e offrendo a bordo, soprattutto delle navi in servizio su rotte più lunghe, servizi non più limitabili alla sola dimensione del trasporto – afferma il manager -, ma estendendosi a quella dell’accoglienza e finanche dell’intrattenimento. Navi che finalmente consentono di poter affermare, al di là di formule promozionali, che la vacanza inizia già al momento dell’imbarco”, riconosce di Cesare.

Sul fronte degli impatti ambientali? Il presidente di Risposte Turismo non nasconde che “il cammino è ancora lungo. Ad oggi la flotta che si muove sulle rotte italiane, o di collegamento tra Italia ed altri Paesi non lontani, affianca impianti di vecchia generazione a nuovi che contemplano soluzioni di approvvigionamento, di propulsione, di uso e smaltimento materiali, che dovrebbero essere sempre più scontati nel rispetto di imprescindibili obiettivi”, fa presente il manager come sprone per il settore.

Sul fronte delle aree, quelle che più vedono una mobilità turistica a bordo dei traghetti c’è l’Adriatico, cui Risposte Turismo dedica l’Adriatic Sea Forum – cruise, ferry, sail & yacht, che quest’anno farà tappa a Dubrovnik i prossimi 4-5 maggio.

Per un approfondimento dell’argomento rimandiamo allo Speciale traghetti pubblicato sul numero 1628 di Guida Viaggi in distribuzione da domani 26 aprile.

Stefania Vicini

Tags: ,

Potrebbe interessarti