La Spagna promuove l’Aragona di Goya con un film

Cinema e turismo, un binomio interessante ai fini della promozione di un territorio. L’ente del Turismo spagnolo assieme al Turismo di Aragona e Saragozza, nell’ambito della campagna “La Spagna dipingendo il mondo”, ha presentato l’offerta turistica della regione, ospitando l’evento “Aragona, terra di Goya, Saragozza l’origine del genio”.

Durante l’evento è stato trasmesso il film dal titolo “L’ombra di Goya”, per promuovere il territorio attraverso Goya attraendo un turismo più internazionale, ma anche per far conoscere le particolarità della vita del famoso pittore spagnolo.

Scoprire l’Aragona con Goya

Come sottolineato dal direttore Gonzalo Ceballos, consigliere di Turismo dell’ambasciata di Spagna, la regione di Aragona ha dato i natali a Goya (Fuendetos nel 1746) e offre una serie di opportunità per i turisti, tra offerte culturali e un eccezionale rapporto qualità-prezzo. “Nella regione di Aragona – ha sottolineato Ceballos – è possibile fare interessanti tour alla scoperta del famoso pittore, soffermandosi nei villaggi e nelle città, dove ammirare monumenti, come la basilica del Pilar a Saragozza o il monastero di Aula Dei”.

Il direttore di Saragozza Turismo, Conrado Molina Boloix ha raccontato che Saragozza è una terra che ha visto nascere grandi artisti e che l’evento svoltosi a Roma ha reso omaggio in maniera speciale al grande pittore spagnolo, uno dei più grandi pittori e figura influente dell’arte del diciottesimo e diciannovesimo secolo.

“Saragozza si trova a metà tra Madrid e Barcellona, ma il suo aeroporto è collegato con l’Italia, precisamente con Milano, Bologna e Venezia. Per ora sono queste le destinazione con l’Italia, ma auspichiamo che i collegamenti aumentino. Saragozza è una città moderna, innovativa con un’alta qualità della vita, la seconda migliore della Spagna secondo l’Organizzazione dei consumatori (Ocu). Una città molto accogliente che meraviglia i suoi visitatori proprio per la sua autenticità. E’ un patrimonio di cultura fatto di storia, architettura, arte e gastronomia. Alcune manifestazioni, come quella della Settimana Santa, durano da 600 anni”.

Annarosa Toso

Tags: , ,

Potrebbe interessarti