I due suggerimenti di Adv Unite al ministro Santanché

Un clima non favorevole che sta interessando tutto il nostro Paese, la mancanza di personale, la possibilità del last minute sono alcune delle cause che stanno creando rallentamenti sul fronte delle prenotazioni per il nostro Mare Italia. Non ha dubbi in merito Cesare Foà, presidente di Adv Unite. Ne stanno risentendo anche le prenotazioni outgoing? A tal proposito osserva che “qui si somma il problema dei vettori che spesso scompigliano il mercato, alzando le tariffe. I voli andrebbero riempiti tutti, ma con regole ben precise, con il rispetto dei passeggeri e delle agenzie di viaggi: oggi con alcune compagnie questo rispetto non esiste”.

Cosa ne pensano le adv?

A fronte di tutto ciò qual è il sentiment nelle adv? A quanto attesta il presidente “non è assolutamente negativo, anzi per alcuni il 2022 aveva segnato una ripresa del lavoro in maniera abbastanza significativa. Il trend è continuato anche per i primi quattro mesi del 2023; dopo una certa pausa dovuta ai fattori climatici e non solo”, ma osserva anche che, “a maggio una pausa, c’è sempre stata. Se il caldo arriverà le persone, vedendo i prezzi costanti, inizieranno nuovamente a correre in agenzia”.

Le due iniziative per il settore

Foà fa un passo in più e rivela il suo pensiero molto chiaramente: “Noi siamo dell’opinione che, se il ministro Santanché volesse aiutare le nostre realtà, potrebbe intraprendere due iniziative a basso costo: la prima è incentivare i viaggi in Italia per i ragazzi tramite la carta dei diciottenni, ma prenotando nelle agenzie di viaggi”.

La seconda proposta è “incentivare i viaggi scolastici in maniera che i professori facciano solo gli accompagnatori e non i viaggiatori, creando mete obbligatorie a seconda delle fasce d’età. Il viaggio scolastico è un insieme di fattori fondamentali per i giovani: insegna a socializzare, permette a tutti di viaggiare. Anche qui però servirebbero aiuti per proteggere i clienti del domani. Il viaggiatore giovane è colui che domani continuerà a venire in agenzia, quindi va coccolato”.

Stefania Vicini

Tags: ,

Potrebbe interessarti