Primo trimestre record per la Catalogna

Con 4,3 milioni di turisti (+29,3% rispetto allo stesso periodo del 2022) l’Ente del Turismo della Catalogna può dirsi soddisfatto del primo trimestre 2o23. Marta Teixidor, direttrice dell’Ente del Turismo della Catalogna in Italia, sottolinea che l’Italia si posiziona al 2° posto a livello mondiale, generando il 9,4% del totale degli arrivi internazionali per un totale di 116.942 turisti in più provenienti dal Belpaese, pari ad un incremento del +83,1% rispetto al primo trimestre del 2022 e una spesa media giornaliera di € 134,60.

Le performance

A far registrare queste performance sono stati i ponti di primavera, con Barcellona che è stata la città europea più scelta dagli italiani durante le festività primaverili. Netta ripresa degli arrivi dai mercati internazionali che hanno dunque fatto registrare una forte crescita e il mercato francese si conferma nuovamente al primo posto per arrivi verso la destinazione catalana, con un incremento del 19,9% in più nel primo trimestre del 2023.

Destagionalizzare

Per favorire l’afflusso fuori stagione, l’ente punta a focalizzare maggiormente l’attenzione sul cicloturismo, sul Grand Tour della Catalogna (viaggio on the road di oltre 2.000 km), su cultura e arte con il 50° anniversario della morte di Pablo Picasso e il centenario della morte di Lluís Domènech i Montaner e, con uno sguardo già al 2024, all’America’s Cup che si terrà a Barcellona dal 22 agosto al 6 ottobre che permetterà di promuovere maggiormente il turismo nautico. Il fiore all’occhiello è e resta però il turismo enogastronomico. La Catalogna si è infatti candidata al riconoscimento Regione Gastronomica Europea 2025, forte di una cucina legata alla dieta mediterranea.  “Uno dei nostri principali obiettivi è quello di consolidare la posizione della Catalogna quale destinazione enogastronomica di primo piano in Europa, pur mantenendo un profilo in linea con il turismo sostenibile, diversificato e di qualità – prosegue Marta Teixidor – e promuovendo l’innovazione, la specializzazione e la segmentazione nella creazione di prodotti combinati, come cicloturismo appunto, natura, famiglia, per attrarre nuovi pubblici”.

Il marchio

L’Ente del Turismo della Catalogna ha creato il marchio Enoturismo Catalogna per sviluppare, promuovere e consolidare proposte specifiche di esperienze e di attività enoturistiche di alto valore aggiunto. All’interno di questa strategia saranno realizzate diverse azioni per promuovere la promozione e la commercializzazione dell’offerta, con particolare interesse per le donne che sono in prima linea nei progetti legati alla gastronomia, al vino e prodotti locali.

Tags: ,

Potrebbe interessarti