Naar Tour Operator: partnership con Brand USA. Formazione e nuovi itinerari

Naar Tour Operator consolida la sua vocazione sugli Stati Uniti e la mossa è la partnership con Brand USA. Un progetto di ampio respiro, caratterizzato da una collaborazione che spazia dalla formazione, alla selezione di nuovi itinerari Out of the beaten path.

I webinar di formazione

L’Academy formativa targata Brand USA ha coinvolto nei quattro appuntamenti tra marzo e maggio oltre 500 agenti di viaggi, che hanno avuto l’opportunità di scoprire luoghi meno noti della destinazione e approfondirne gli aspetti più originali. Obiettivo stimolare la curiosità dei partecipanti, offrendo un prodotto completo.

Protagonisti dei webinar quattro itinerari creati ad hoc oltre ai 180 dedicati agli Usa all’interno della programmazione Naar: a tracciare il percorso un unico filo conduttore nel segno della natura e della gamma di proposte outdoor che contraddistinguono la meta.

I quattro itinerari di The Great Outdoors – che sono Paesaggi tropicali da Tampa a New Orleans; I grandi spazi di Texas e New Mexico; Natura maestosa da San Francisco a Seattle; Visioni del Pacifico da Los Angeles alle Hawaii – sono disponibili sulla piattaforma del tour operator, dove è possibile personalizzare il viaggio, completandolo con i servizi in loco.

Gli aspetti meno noti degli Usa

“La consolidata esperienza che Naar vanta sulla destinazione Stati Uniti viene esaltata dalla collaborazione con l’ente del turismo – afferma Erica Melegari, pm Usa di Naar Tour Operator -, rappresentando un ulteriore valore aggiunto al percorso formativo degli agenti di viaggi. Il risultato è una fotografia che vuole mostrare le sfaccettature meno conosciute e più originali di un unico Paese dai mille volti. Di fatto gli Usa continuano a esercitare un grande fascino sui viaggiatori, richiamando ogni anno un folto numero di repeater: ecco perché poter contare su idee di viaggio originali che rappresentano un’alternativa inedita ai circuiti più tradizionali, costituisce un plus significativo”.

Italia quinto mercato europeo

“Quinto mercato europeo in termini di arrivi negli Stati Uniti, l’Italia ha un forte legame con gli Usa e stimiamo si torni a un totale di 1,1 milioni di visitatori italiani entro il 2025, tornando così ai numeri pre-pandemia – afferma Jackie Ennis, vice president, global trade development di Brand USA -. Stiamo investendo in modo significativo nel settore del travel trade in Italia, attraverso una serie di partnership strategiche e attività di cooperazione su misura con tour operator italiani come Naar Tour Operator, con l’obiettivo di promuovere gli States e aumentarne la brand awareness tra i potenziali viaggiatori italiani. La nostra training academy ha visto la partecipazione di 500 agenti di viaggi fra marzo e maggio, e siamo certi che nei prossimi mesi il nostro lavoro vedrà i suoi frutti con una crescita dell’interesse e, auspichiamo, di prenotazioni”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti