Si scaldano i motori per i 50 anni dell’Ente israeliano in Italia

Un anniversario importante quello dell’Ufficio nazionale israeliano del turismo in Italia che si appresta, quest’anno, a tagliare il traguardo dei 50 anni di attività. “Non possiamo ancora svelare nel dettaglio le iniziative, ma posso anticipare che festeggeremo questa ricorrenza con eventi che coinvolgeranno tutti i protagonisti della filiera turistica. -anticipa la direttrice dell’ente Kalanit Goren Perry– Ben mezzo secolo, questo significa che Israele, fin da subito, ha capito la rilevanza del mercato italiano che oggi si conferma al sesto posto per importanza”. I bacini di riferimento, oltre al nostro Paese, si confermano Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Germania e Russia oltre a un recente exploit degli Emirati Arabi.

“In questi giorni, inoltre, stiamo conducendo una ricerca per identificare la tipologia di viaggiatori che sceglie la nostra destinazione. -prosegue Kalanit- L’ultima era stata condotta nel 2019 e, ad esempio, aveva rilevato che il turismo religioso pesava per il 30%. I pellegrinaggi continuano a costituire una voce importante, è un target di repeater che vuole scoprire il nostro Paese anche al di fuori delle rotte nazionali. Aspettiamo quindi i risultati, ma sicuramente Israele si sta affermando sempre più come meta tra i viaggiatori Lgbtq+, infatti recentemente sia Tel Aviv che Gerusalemme hanno ospitato il Gay Pride”.

Solitamente scelta nei mesi con temperature più miti, l’estate di Israele comunque sta per iniziare sotto i migliori auspici. “Oltre alle città, stanno registrando buoni numeri la Galilea e le altre destinazioni leisure, grazie anche alla fitta rete di collegamenti aerei operati da nord a sud Italia da easyJet (Malpensa), Ryanair (Bergamo, Fiumicino, Bari, Bologna, Napoli, Treviso, Torino) Wizz Air (Malpensa, Fiumicino, Napoli, Catania, Venezia), Ita Airways (Fiumicino), Neos (Verona), Tus Air (Fiumicino), ed El Al (Malpensa, Fiumicino, Venezia, Napoli). -conclude la direttrice- Non abbiamo un prodotto specifico sul quale concentrare la nostra promozione, continueremo a spingere sul mercato l’unicità in toto della nostra destinazione, continuando a tenere fede al nostro claim “Israele come nessun posto al mondo!

Sveva Faldella

Tags: , ,

Potrebbe interessarti