United vola da Roma a San Francisco

United quest’estate servirà il mercato italiano con un’offerta di 10 voli giornalieri dall’Italia verso gli Stati Uniti. Ed il lancio del nuovo collegamento diretto da Roma a San Francisco, che ha debuttato a fine maggio, è stata l’occasione per ricordare come la compagnia stia operando un programma internazionale più ampio del 25% rispetto al 2022 al fine di soddisfare l’impennata della richiesta.

Destinazione San Francisco

Con una domanda di oltre 230mila passeggeri nel 2019, la Bay Area rappresenta un mercato che non era ancora collegato direttamente con Roma. Il Roma-San Francisco adesso è uno stagionale, operato giornalmente con aeromobili Boeing 777-200 (276 posti), e si aggiunge a quelli annuali già attivi tra Roma e Milano Malpensa e New York Newark, oltre che agli stagionali tra Roma e gli hub di Chicago O’Hare e Washington Dulles, Milano e Chicago e Venezia, Napoli e Newark.

Sempre più California

“Il mercato italiano è molto importante per San Francisco e l’intera California ed è uno dei più importanti al mondo, in Europa si posiziona dopo quello britannico che è storicamente il primo, e dopo quello tedesco e francese – ha commentato Joe D’Alessandro, il ceo di San Francisco Travel volato a Roma per celebrare il nuovo servizio con una delegazione di partner -. Quest’anno dall’Italia ci aspettiamo 71mila visitatori con una crescita del 36% rispetto all’anno scorso e siamo convinti di poter raggiungere i 200mila arrivi entro il prossimo anno. San Francisco – ha detto ancora Joe D’ Alessandro -, si conferma una destinazione molto apprezzata perché è in grado di offrire una varietà di esperienze uniche ed è questa la ragione per cui viene scelta anche da molte coppie in viaggio di nozze; il territorio che la accoglie consente di sperimentare spiagge e bellezze naturali, ma anche molte proposte enogastronomiche sulle quali la città sta puntando molto negli ultimi anni con una ricca offerta di ristoranti anche condotti da chef stellati”.

Oltre al food, il lusso e la sostenibilità si confermano asset dominanti dell’offerta turistica; sono sempre di più infatti i visitatori internazionali che visitano la California senza badare a spese.

Alessandra Tesan

Tags: ,

Potrebbe interessarti