Sojern investe nell’AI per migliorare l’esperienza di viaggio

Novità per Sojern. La piattaforma di marketing digitale comunica l’ultima versione della sua Sojern Travel Marketing Platform con audience potenziate dall’intelligenza artificiale (AI). Sojern ha ulteriormente sfruttato la sua lunga esperienza con l’AI per fornire un servizio ancora più efficace agli oltre 10mila operatori dell’industria travel che supporta ogni anno. I suoi clienti includono hotel e resort di tutte le dimensioni, destinazioni, attrazioni e compagnie aeree.

L’evoluzione del marketing digitale

“I nostri clienti necessitavano di rispondere rapidamente alla continua e costante evoluzione del panorama del marketing digitale, quindi, durante la pandemia, abbiamo ampliato le nostre capacità in ambito di automazione e di Intelligenza Artificiale. Tutto ha inizio dai dati, ovvero quello che definiamo il Sojern Traveler Ecosystem™, che alimenta la nostra piattaforma con miliardi di segnali di intenzioni di viaggio in tempo reale provenienti dai siti di migliaia aziende travel con cui collaboriamo da ogni angolo del mondo – dichiara Kurt Weinsheimer, chief solutions officer di Sojern -. Ultimamente l’intelligenza artificiale fa notizia, ma in realtà noi ne sfruttiamo le potenzialità già da molti anni ed oggi siamo entusiasti di annunciare ulteriori aggiornamenti. Ci sono competitors che solo adesso stanno iniziando ad applicare le funzionalità dell’AI, ma posso dirvi che ci vogliono diversi anni per sviluppare e perfezionare i sofisticati modelli di AI come quelli che alimentano la nostra piattaforma. I nostri quindici anni di esperienza e le nostre competenze tecnologiche ci danno un vantaggio significativo nel garantire ai nostri clienti risultati concreti, utilizzando la nostra piattaforma con audience potenziate dall’AI”.

I vantaggi per gli operatori

Le audience potenziate dall’AI di Sojern offrono agli operatori del mondo travel un vantaggio strategico nell’ottimizzazione dei loro investimenti di marketing. Sfruttando la tecnologia AI si possono prendere decisioni consapevoli sull’allocazione delle risorse, indirizzando efficacemente i budget verso i giusti segmenti di clientela per ottenere il massimo ritorno sugli investimenti e avere maggiore impatto sul business.

Grazie alla segmentazione e all’ottimizzazione di audience automatizzate, i brand possono rivolgersi in tempo reale a target di pubblico più rilevanti, con una maggiore precisione, efficienza e riduzione dei costi. In risposta alla crescente domanda di esperienze advertising sempre più personalizzate e ad un 71% del pubblico che si aspetta un’offerta tailor made da parte delle aziende, Sojern con un approccio data-driven, consente ai brand di offrire campagne personalizzate anche su larga scala, nel rispetto delle normative sulla privacy dei dati. Il risultato finale è un’azione di marketing più strategica ed efficace che favorisce l’acquisizione di nuovi viaggiatori, incrementa le prenotazioni dirette e massimizza la fidelizzazione degli ospiti.

Le tre principali evoluzioni

Ecco le tre principali evoluzioni della Sojern Travel Marketing Platform relative alle AI audience, sviluppate per rispondere agli obiettivi dei travel marketer-

La prima è l’integrazione dei dati offline di prima parte. Integrando i dati offline della clientela – inclusi i dati storici delle prenotazioni su vari canali di distribuzione – Sojern consente ai marketer di ottenere una maggiore visibilità e di raggiungere il proprio target ideale in modo efficiente. Combinando i dati offline con le audience potenziate dall’intelligenza artificiale si ottengono insights unici sul comportamento e sulle preferenze dei consumatori, facilitando la creazione di campagne mirate e personalizzate. Inoltre, la piattaforma arricchisce e determina la propensione all’acquisto (scoring) dei profili dei clienti offline, aiutando i marketer ad identificare e dare priorità ai clienti pronti a convertire la propria intenzione di viaggio in una prenotazione. Nel complesso, questa integrazione consente alle aziende travel di creare una soluzione di marketing olistica e basata sui dati certi, che porta a un maggiore coinvolgimento e a migliori risultati commerciali.

Maggiore supporto su riattivazione di clienti passati e/o fidelizzati. La piattaforma Sojern offre ai marketer una capacità unica per sfruttare le audience alimentate dall’AI, con l’obiettivo di coinvolgere i loro clienti passati e/o iscritti ai programmi fedeltà. Questo consente di identificare quali tra i clienti precedenti sono al momento interessati in un viaggio, riattivando la possibilità di fidelizzarli in qualsiasi momento della customer journey. Combinando la tattica di riattivazione con le azioni di prospecting e retargeting alimentate dall’AI, Sojern assicura una strategia di full-funnel con un maggiore ritorno sugli investimenti e una maggiore soddisfazione dei clienti.

Attivazione di un pubblico più ampio. Le audience potenziate dall’intelligenza artificiale di Sojern adesso possono essere attivate con maggiore controllo e flessibilità grazie alla soluzione Traveler Audiences To-Go. Gli inserzionisti possono attivare queste audience su più piattaforme pubblicitarie a loro scelta, come DV360, Xandr, Meta e YouTube, ampliando la loro portata e offrendo maggiore comodità e flessibilità.

Visione più ampia dei clienti

Un altro vantaggio è l’integrazione con numerose data partnership. Arricchendo le audience utilizzate nel retargeting, riattivazione e prospecting attraverso il Traveler Ecosystem di Sojern, si ottiene una visione più ampia dei clienti al di là dei propri canali o delle piattaforme media identificate come ecosistemi chiusi (walled garden).

L’uso di identificativi durevoli nel tempo consente di fare luce anche sugli aspetti più complessi del mondo data driven, sempre nel rispetto della privacy, migliorando la qualità dell’audience e consentendo l’identificazione in tempo reale dei consumatori online. Di conseguenza, le audience alimentante con AI raggiungono efficacemente il pubblico giusto al momento giusto con il giusto messaggio.

“In Sojern abbiamo sempre creduto nel potenziale dell’AI per migliorare l’esperienza di viaggio. L’ultima evoluzione della nostra piattaforma va a vantaggio sia dei nostri clienti che si occupano di travel marketing sia dei loro consumatori finali”, ha aggiunto Weinsheimer.

Tags:

Potrebbe interessarti