Mabrian analizza le mete Lgbtq+, bene la Spagna

Mabrian, leader nel settore della travel intelligence, ha condotto un’analisi approfondita su oltre 55 milioni di recensioni di hotel in tutta Europa per svelare le cinque migliori destinazioni Lgbtq+ friendly in base all’elevata soddisfazione dei viaggiatori.

L’analisi ha rivelato che, in ordine decrescente, Berlino, Madrid, Barcellona, Lisbona e Parigi sono le prime cinque destinazioni Lgtbq+ friendly. Queste città hanno dimostrato un’eccezionale qualità del servizio e accettazione, rendendole destinazioni altamente desiderabili per i viaggiatori Lgbtq+.

Modelli di consumo superiori alla media

Sfruttando le recensioni spontanee dei principali portali di opinioni di viaggio, Mabrian ha identificato le opinioni provenienti o rilevanti per il segmento di viaggiatori Lgbtq+ e ne ha analizzato il sentiment utilizzando tecniche di Natural Language Processing (Nlp) basate sull’intelligenza artificiale, ricavando preziose intuizioni dai dati sulla base della decennale esperienza di Mabrian in questa disciplina.

Grazie ai loro modelli di consumo superiori alla media, il segmento Lgbtq+ è richiesto da molte destinazioni turistiche. Inoltre, i viaggiatori Lgbtq+ sono meno dipendenti dai modelli stagionali e mostrano una maggiore flessibilità nei loro spostamenti, consentendo alle destinazioni di promuovere il turismo durante tutto l’anno.

Bene la Spagna

“Il segmento Lgbtq+ – ha commentato Carlos Cendra, direttore marketing di Mabrian – ha dimensioni significative ed è redditizio, il che lo rende un’area di particolare interesse per il settore alberghiero. Per attrarre questo segmento, gli hotel si sforzano di offrire standard di qualità eccezionalmente elevati e un’attenzione personalizzata. È degno di nota il fatto che la Spagna sia riuscita a ottenere due ingressi nelle prime cinque destinazioni europee, data la forte concorrenza all’interno del segmento”.

L’analisi di Mabrian fornisce alle destinazioni e alle aziende del settore turistico preziose indicazioni per migliorare la propria offerta e garantire esperienze memorabili ai viaggiatori Lgbtq+.

Comprendendo e abbracciando le preferenze di questo segmento, le destinazioni possono promuovere ambienti inclusivi e attrarre una gamma diversificata di viaggiatori durante tutto l’anno.

 

Tags:

Potrebbe interessarti