Caro-voli, il decalogo di Assoutenti per spendere meno

Con il caro-voli che incombe, Assoutenti ha stilato un decalogo per aiutare i cittadini a risparmiare sull’acquisto dei biglietti aerei. Seguendo alcune semplici regole, e mostrando flessibilità su scali e date di partenza, è possibile ottenere sensibili risparmi fino al 20% del costo dei biglietti.

 Le regole auree

1. La prima regola da seguire è pianificare bene le vacanze, acquistando i biglietti con un congruo anticipo rispetto alla data di partenza, verificando i prezzi non solo sui siti delle compagnie aeree ma anche attraverso i vari portali online dove le agenzie offrono biglietti a prezzi più bassi.

2. Le tariffe aeree sono più alte nel weekend, giorni in cui scompaiono offerte e promozioni proposte dalla compagnie aeree. Costa di meno partire tra il lunedì e il mercoledì, mentre la domenica è il giorno peggiore della settimana.

3. Il momento più economico per prenotare un volo, secondo alcune ricerche di settore, è alle ore 2 di notte, e si risparmia almeno il 10% quando si prenota un volo nazionale con due mesi di anticipo, mentre per i voli internazionali il risparmio maggiore si ha prenotando con 6 mesi di anticipo.

4. La flessibilità è una ottima alleata: confrontare i prezzi 2-3 giorni prima e dopo la partenza desiderata può consentire un taglio alla spesa per i biglietti.

5. Prestare attenzione a commissioni e costi nascosti al momento di confermare l’acquisto sul web, balzelli che potrebbero far crescere il prezzo del biglietto.

6. Polizze assicurative e altri servizi aggiuntivi (possibilità di cambiare il volo senza costi, scelta del posto sull’aereo, ecc.) vengono offerti in modo pressante durante la fase di acquisto dei biglietti, ma sono tutti servizi a pagamento non richiesti.

7. Verificare le condizioni relative ai bagagli, per alcune compagnie a pagamento (anche i trolley), spesa che incide sul costo totale del volo.

8. Soprattutto per i voli a medio/lungo raggio, monitorare i prezzi per le partenze da aeroporti diversi rispetto a quello della città dove si risiede, a volte si risparmia in modo considerevole partendo da una città vicina.

9. Verificare i risparmi scegliendo il volo di ritorno di una compagnia diversa rispetto a quella utilizzata per l’andata.

10. Valutare l’acquisto di biglietto open-jaw, ossia un biglietto che fa atterrare in un aeroporto e ripartire da un altro scalo situato in una città diversa, opzione valida soprattutto per i viaggio on the road e itineranti che permette di risparmiare non solo sul prezzo del volo ma anche sulle spese di viaggio.

Tags:

Potrebbe interessarti