L’estate nelle adv Gattinoni: Italia, boom del Mar Rosso. Riparte il lungo raggio

Il Gruppo Gattinoni conta oltre 1500 agenzie di viaggi in tutta Italia, un campione significativo degli orientamenti degli italiani nei confronti del turismo organizzato. Sulla base dei dati del network, traccia quelle che sono preferenze e modalità con cui i connazionali si rapportano alle vacanze estive.

Numeri alla mano, in termini di volumi, l’estate Gattinoni registra +34% rispetto a quella del 2022 e +22% rispetto al 2019. In termini di passeggeri, l’estate 2023 li vede aumentare del 19% rispetto all’estate 2022 e del +6% su quella del 2019. C’è da sottolineare che, nel 2022 si è tornati a viaggiare solo in primavera, privilegiando l’Italia per ovvi motivi. Il 2019 rappresenta l’anno con ciclo completo, quindi parametrabile.

Come cambiano le vacanze

Se da un lato non esiste più il periodo delle grandi ferie estive, gli italiani scelgono di effettuare viaggi e soggiorni più brevi, ma più frequenti. Come tipologia, al target famiglie si è affiancato quello dei giovani, che chiede prodotti più su misura da fruire con maggiore libertà.

Le coppie più giovani, che magari prima non si affidavano al turismo organizzato, si rivolgono alle agenzie chiedendo soggiorni di durata 5,6,7 giorni, per capacità di spesa o perché lavorano in aziende che non effettuano una completa chiusura. Il “su misura” vale anche per le prenotazioni di tour, che rispetto a quelli preconfezionati previsti per una dozzina di partecipanti, vengono richiesti a livello individuale.

Le mete più scelte

Le destinazioni che sono andate per la maggiore al momento sono, per l’Italia, Sardegna, Sicilia e Puglia, seguite dalla Calabria per un prodotto più accessibile. L’Egitto e il Mar Rosso egiziano spiccano tra le destinazioni preferite grazie all’ottimo rapporto qualità-prezzo e alla vicinanza e prevalgono sulla Grecia, sempre più disintermediata.

Nel medio raggio hanno performato bene gli arcipelaghi spagnoli, Baleari e Canarie, insieme agli Emirati. Nel lungo raggio lOceano Indiano è piaciuto molto, in particolare Tanzania, che abbina safari e relax mare a Zanzibar. Riconfermato il favore riscosso dalle crociere, che in estate avvengono prevalentemente nel Mediterraneo.

Due atteggiamenti sull’advanced

In termini di prenotazione anticipata, Gattinoni ha rilevato due atteggiamenti distinti nel primo semestre. In inverno si è assistito a molto advanced booking, a 60 giorni rispetto alle partenze. Per l’estate c’è più attendismo, avvengono richieste sotto data. Il pricing non è stabile, l’offerta dei posti volo è sovente inferiore alla richiesta, spesso i prezzi vengono rivisti e aggiornati dai fornitori negli ultimi 30 giorni, non favorendo la stabilità del mercato. Alcuni operatori faranno presumibilmente promozioni last minute.

Nuovi clienti in adv

“L’andamento del gruppo in tutte le sue aree di business è sorprendente e sopra le aspettative – osserva Sergio Testi, direttore generale Gruppo Gattinoni -. Siamo soddisfatti anche dei numeri di questa estate, la prima vera estate post pandemia a pieno regime; i nostri dati confermano performance soddisfacenti e in alcuni casi la conquista di clientela più giovane o nuova per il turismo organizzato. Le agenzie di viaggi sono effettivamente ripartite sin da gennaio, grazie alla forte domanda già presente dall’inverno e, a inizio primavera, con il traino dei ponti festivi, con crescite ragguardevoli rispetto a pari periodo 2019″.

Testi osserva che le prenotazioni delle vacanze estive “sono state importanti e costanti nei mesi primaverili, beneficiando anche delle proposte in advanced booking, mentre abbiamo notato più prudenza con il passare dei mesi e con ritmi più sotto data da parte dei clienti. Il post pandemia conferma, comunque, il ritorno dei consumatori in agenzia e l’importanza della consulenza, assistenza e tutela da parte dei professionisti. L’Italia è sempre tra le mete preferite, mentre si attesta un boom del Mar Rosso egiziano grazie all’ottima qualità-prezzo, ciò a discapito della Grecia, più disintermediata, e delle mete mediterranee, anche se reggono le Baleari. Riparte, rispetto al 2022, anche il lungo raggio, in particolare Oceano Indiano, ma anche su altre mete sia per soggiorni mare sia per i viaggi itineranti”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti