Business travel, viaggio nella sicurezza

La tecnologia svolge un ruolo sempre più centrale nei viaggi e nel business travel a livello globale e la sua rilevanza è destinata a crescere ulteriormente con lo sviluppo del 5G e della blockchain, i cui protocolli integrati la rendono perfetta per applicazioni travel, facilitando l’archiviazione e l’accesso ai dati.

Dati al sicuro

La disponibilità costante di informazioni è fondamentale, poiché il settore si basa sullo scambio di informazioni tra aziende. Ad esempio, le agenzie di viaggio trasmettono le informazioni sui clienti agli hotel e alle compagnie aeree.
La blockchain permette di raccogliere ogni informazione coinvolta nel processo di viaggio, dalle preferenze dei viaggiatori ai prezzi dei voli e degli hotel. Anche le aziende dell’ospitalità possono sfruttare questa tecnologia per la tracciabilità dei bagagli, i servizi di identificazione e i programmi di fidelizzazione dei clienti.

Poiché la tecnologia decentralizza i dati e li organizza, la blockchain offre un alto livello di  sicurezza: le informazioni sono sempre disponibili e al sicuro da errori dell’utente o da attacchi di cybersecurity.

Metodi troppo tradizionali

Già, la sicurezza… non si tratta certo di lana caprina. Secondo una recente survey di Bcd Travel sui pagamenti e le spese di viaggio, un viaggiatore d’affari su sei (17%) è stato vittima di una frode con carta di credito mentre era in trasferta.

Il sondaggio condotto dalla Tmc, che ha coinvolto più di 1.300 viaggiatori aziendali in tutto il mondo, ha rilevato che la stragrande maggioranza (79%) utilizza ancora una carta di credito aziendale tradizionale o la carta personale (26%), con appena l’1% dei viaggiatori che ha dichiarato di utilizzare carte virtuali, capaci di generare automaticamente un numero di carta virtuale monouso per ogni transazione e di associare tutti gli addebiti a una prenotazione specifica, riducendo notevolmente il rischio di frode.

Rimanere aggiornati

Quando si viaggia, suggerisce Cisa, – e non solo per lavoro – è sempre importante adottare un comportamento online sicuro e misure proattive per proteggere i dispositivi abilitati a internet. Si tratti di computer, smartphone, dispositivi di gioco o altro, la migliore difesa contro virus e malware consiste nell’aggiornare il software di sicurezza, il browser web e i sistemi operativi più recenti.
Altri aspetti importanti sono il backup di contatti, dati finanziari, foto, video e altri dati del dispositivo mobile su un altro dispositivo o su un servizio cloud, le connessioni, da limitare alle persone fidate, anche se alcuni social network possono sembrare sicuri, e l’attivazione degli aggiornamenti automatici impostando il software di sicurezza per eseguire scansioni regolari.
Tra i suggerimenti dei tecnici, anche l’attivazione dell’autenticazione a più fattori per email, le operazioni bancarie, i social media e qualsiasi altro servizio che richieda il login per assicurarvi che l’unica persona ad avere accesso al vostro account sia siate voi.

Attenzioni on trip

Durante il viaggio, interrompere la connessione automatica. Alcuni dispositivi cercano e si connettono automaticamente alle reti wireless o ai dispositivi Bluetooth disponibili ma queste connessioni consentono ai criminali informatici di accedere ai dispositivi da remoto.
Disattivate queste funzioni in modo da scegliere attivamente quando connettervi a una rete sicura.
Prima di connettersi a un hotspot wireless pubblico, ad esempio in un aeroporto, in un hotel o in un caffè, assicurarsi della presenza di una rete sicura e le procedure di accesso con il personale. Se si utilizza un punto di accesso pubblico non protetto, sonbo da evitare tutte attività sensibili (ad esempio, operazioni bancarie, booking, accesso ai dati aziendali) che richiedono password o carte di credito. L’hotspot personale è spesso un’alternativa più sicura al WiFi gratuito.

PO

 

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti