Primo semestre da record per Bergamo e Brescia capitali italiane della cultura

Sono risultati ben al di sopra le aspettative quelli registrati nel primo semestre dell’anno da  Capitale italiana della cultura di Bergamo e Brescia che hanno accolto oltre 4,8 milioni di visitatori. Numeri in aumento del 48.8% che corrispondono anche a un +50% dei pernottamenti rispetto allo stesso periodo del 2022. Si tratta prevalentemente di turisti provenienti da altre città italiane e dal resto d’Europa (Spagna, Germania, Francia, Gran Bretagna, Svizzera, Polonia) ma anche da India e Stati Uniti.

Un successo possibile grazie alla sinergia e alla collaborazione tra Bergamo e Brescia che, finora, hanno organizzato oltre 1100 eventi ovvero sei al giorno. In questo primo bilancio di metà anno l’attrattività dei centri culturali delle due città è cresciuta del 74% rispetto allo stesso periodo del 2019, sono infatti oltre 470.000 i visitatori che hanno affollato musei, teatri e siti storici.

“Le presenze dei visitatori nelle due città sono oltre ogni aspettativa, confortanti e stimolanti per i mesi che ancora abbiamo davanti. -ha affermato Laura Castelletti, Sindaco di Brescia- Ma i numeri da soli non possono raccontare la meravigliosa complessità di un progetto lungo tre anni e che ha coinvolto migliaia di persone. Le due città hanno imparato a parlarsi, a costruire ponti, relazioni e a scambiarsi le migliori esperienze, processo che, ne sono certa, non terminerà nel 2024. Questa sarà la prima vera eredità del dopo Capitale”.

“Il numero dei visitatori a Bergamo e Brescia nel primo semestre del 2023 è la prova dello straordinario interesse che le due città hanno saputo destare, sia su scala nazionale sia nell’attrarre flussi turistici dall’estero. -ha aggiunto Giorgio Gori, primo cittadino di Bergamo- La cultura è per le nostre città un fondamentale ed efficacissimo fattore di qualificazione e di attrattività. Il traguardo è quello di sedimentare tra Bergamo e Brescia un’amicizia e un’alleanza strategica che vadano ben oltre l’orizzonte del 2023”.

È ancora ricco il calendario degli appuntamenti che proseguiranno anche nel prossimo autunno e inverno. Tra gli eventi principali: l’opera lirica dedicata a Raffaella Carrà “Raffa in the Sky” al Teatro Donizetti (29 settembre all’8 ottobre). Oppure “Che spettacolo il Festival” arricchito dal Pass Pass: il primo “passaporto” per fidelizzare l pubblico più giovane alla cultura. Torna inoltre il Landscape Festival (dal 7 al 24 settembre), dedicato alla sostenibilità e al paesaggio. Infine, a metà ottobre verrà presentato, in entrambe le città, lo speciale “Bergamo e Brescia città della cultura” realizzato da Rai Cultura.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti