La Germania sceglie la strada della Ia. Parte il progetto Open Data

E’ entrato nella fase operativa il progetto Open Data/Knowledge Graph del turismo tedesco realizzato dall’ente nazionale germanico per il Turismo in collaborazione con le organizzazioni di marketing turistico dei 16 Länder, affiancate da Magic Cities, Amadeus, German Convention Bureau, varie istituzioni del mondo scientifico tedesco e altri partner del settore turistico.

Un lavoro di squadra che, come ha spiegato Petra Hedorfer, presidente del Cda dell’ente per il Turismo, ha portato a realizzare quello che finora è il progetto di infrastruttura di dati più grande del settore turistico.

Il progetto Open Data

La banca dati centrale di Open Data/Knowledge Graph è costituita dai dati turistici dei 16 Stati federali tedeschi e attualmente comprende oltre 200mila set di dati di alta qualità, aggiornati in tempo reale e consultabili liberamente, tra cui 100mila oggetti turistici (luoghi d’interesse, tour, eventi, hotel, ristoranti, ecc.) e 100mila dati infrastrutturali. Questa base verrà ulteriormente ampliata con i dati che verranno forniti da altre aziende nazionali e internazionali quali Deutsche Bahn, garantendo così la competitività della destinazione “Germania” sui mercati turistici mondiali.

La disponibilità di dati completi di alto livello qualitativo e aggiornati in tempo reale viene vista come un’esigenza cruciale anche alla luce dello sviluppo del turismo post-Covid, dominato dalla velocità. Si osserva che sempre più spesso i clienti scelgono le destinazioni a breve termine, richiedono informazioni in tempo reale e, se possibile, servizi riuniti in uno one-stop shop.

Il progetto Open Data/Knowledge Graph diventa uno strumento fondamentale per fornire risposte concrete e affidabili: la disponibilità di dati qualitativamente ineccepibili, organizzati in forma strutturata e interconnessa consente alle applicazioni basate sull’intelligenza artificiale di individuare anche le offerte turistiche meno conosciute, oppure di sviluppare servizi intelligenti incentrati sul cliente e nuove app di IA, o ancora di integrare i dati sulla mobilità per realizzare offerte di viaggio sostenibili.

Il progetto paneuropeo 

Nel progetto paneuropeo Open Data Tourism Alliance (Odta), che racchiude varie organizzazioni di marketing turistico di Germania, Austria, Svizzera, Svezia e Italia, inoltre, l’ente nazionale germanico per il Turismo promuove lo sviluppo di altri standard comuni per gli open data nel settore turistico.

“Si tratta di una pietra miliare sulla strada che porta al futuro digitale del turismo”, ha affermato ancora Petra Hedorfer in occasione del lancio della fase operativa del progetto. Il lavoro dei prossimi mesi sarà incentrato sulla distribuzione dei dati con la creazione e l’ampliamento di contatti con i possibili utenti, sull’utilizzo dei dati del knowledge graph ad esempio per addestrare il chatbot IA di www.germany.travel e sull’integrazione dei dati di mobilità per realizzare offerte di viaggio sostenibili.

Tags:

Potrebbe interessarti