Incendi a Rodi, Astoi: aerei per l’evacuazione

Astoi ha diramato una nota riguardo alla gestione dell’emergenza dovuta agli incendi occorsi in questi giorni nell’isola di Rodi.

“I tour operator associati che programmano la destinazione – si legge – stanno registrando molte limitazioni nell’operatività dovute alla mancanza di informazioni da parte della Protezione Civile locale. Gli assistenti degli operatori stanno contattando i propri clienti per fornire tutte le necessarie informazioni e per capire in quale centro di raccolta gli stessi siano stati inviati dalle Autorità locali”.

“Astoi – prosegue la nota – è in contatto con l’Unità di Crisi della Farnesina per l’opportuna triangolazione tra l’Ambasciata italiana ad Atene e gli operatori, al fine di riuscire ad assistere al meglio i clienti e rendere più celere lo scambio di informazioni. Inoltre, alcuni operatori stanno inviando aeromobili speciali per far rientrare i propri clienti in Italia”.

Una settimana di inferno

Rodi è devastata dai roghi da quasi una settimana e, come riporta Adnkronos, 30mila persone sono già state evacuate. È “la più grande operazione di evacuazione” di sempre in Grecia e il contenimento degli incendi, alimentati dal vento caldo, richiederà ancora alcuni giorni.

”Oltre 450 vigili del fuoco e 7 aerei dell’Unione europea – ha twittato Janez Lenarcic, commissario Ue per la Gestione delle crisi – stanno operando in Grecia mentre gli incendi divampano in tutto il Paese. Di questi, 81 vigili del fuoco, 26 veicoli e tre aerei stanno aiutando le squadre locali a combattere gli incendi a Rodi”.

Ai connazionali la Farnesina, che consiglia una destinazione alternativa, suggerisce la registrazione sul sito e di scaricare la app “Unità di Crisi”, gratuita e disponibile per tutti i cellulari.

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti