Tailor made e grandi numeri: bene l’esordio di Mapo World

“Un progetto vincente”. E’ così che Fabrizio Celeghin definisce Mapo World, il nuovo brand dedicato ai viaggi tailor made a lungo raggio di cui è direttore commerciale.

Il manager motiva il suo entusiasmo: “Lo dicono i numeri, lo sottolineano gli agenti di viaggio, lo confermano i viaggiatori: le nostre parole chiave restano le stesse: artigianalità, esperienza, formazione”.

Nei primi 100 giorni di attività Mapo World “ha organizzato 7 eventi dedicati esclusivamente agli agenti di viaggio – sottolinea Celeghin -, perché il confronto tra chi ha progettato l’itinerario e chi dovrà presentarlo al cliente finale è fondamentale per la costruzione di un viaggio tailor made. Abbiamo incontrato le agenzie a Padova, Brescia e Pescara; poi nella sede Mapo World di Torino, oltre alla serata di inaugurazione del brand, abbiamo organizzato due lunch con le agenzie del territorio. Infine, a inizio giugno, in collaborazione con la catena alberghiera The Lux Collective, abbiamo ospitato agenzie di viaggio da tutta Italia per l’apertura del Mapo Resort Villa Hermosa a Porto Cesareo”.

Quanto ai numeri, “abbiamo incontrato oltre 300 agenzie che hanno processato oltre 12 milioni di euro di preventivi con una percentuale di conferma che supera il 12%, per un fatturato di circa 1,5 milioni di euro. Tutti numeri che attestano la bontà del progetto Mapo World e della visione di un prodotto non standardizzato ma cucito sartorialmente sulle esigenze del cliente. Non solo, la scelta del Nord come sede di Mapo World, contrapposta alla sede di Bari di Mapo Travel, ha portato benefici ad entrambi i prodotti con una crescita di fatturato in tutte le zone della penisola”.

Per l’immediato futuro “Mapo World guarda avanti con la ripresa in autunno del tour di formazione nelle principali città italiane. Il nostro team si arricchisce inoltre della presenza di Claudia Battegazzore, specialista di prodotto Stati Uniti, e prevediamo un potenziamento della rete commerciale in tutta Italia. Tutto questo, ne siamo certi, ci porterà a centrare e superare l’obiettivo di fatturato di 3 milioni di euro che avevamo fissato per il 2023. E siamo già proiettati e al lavoro sul 2024, anno in cui le tante richieste ricevute confermano il trend positivo per Thailandia, Stati Uniti e Giappone”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti