T.o. e tecnologia: Worldface usa Petra, l’avatar che consiglia i clienti

L’intelligenza artificiale, oltre ad essere uno strumento per il business, può fungere da consulente di viaggi. Ne è convinto Worldface, t.o. che, all’interno del proprio sito, utilizza un avatar virtuale di ultima generazione, dal nome Petra, che è in grado di conversare con i singoli utenti e di consigliare le destinazioni in base al periodo e alle preferenze.

I consigli di Petra

Per esempio, per il mese di agosto, Petra propone quattro tipologie di vacanze. Ci sono i “grandi viaggi”, ovvero tour da 10/15 giorni alla scoperta di Paesi come il Perù, l’Indonesia e il Canada, oppure dei veri e propri safari per vivere a stretto contatto con la natura selvaggia dell’Uganda o della Tanzania.

L’avatar propone anche trasferte della durata di una settimana: in questo caso si passa da mete come New York a Giordania e Turchia, con particolare attenzione riservata alla Cappadocia, fino alle Isole Baleari.

Petra può consigliare e organizzare anche viaggi low cost per scoprire l’Algarve, la Normandia o il Lago di Braies in Trentino. Ci sono anche i “sailing travel”, cioè tour in barca a vela per vivere a 360° località come Isole Argoliche e Cicladi Occidentali, Corsica, Sardegna, fino alle Baleari e all’arcipelago toscano. “Il valore dell’IA, e di Petra in questo caso specifico, consiste nella capacità di essere empatico, di essere multilingua e di rispondere sia in forma scritta sia orale – aggiunge Del Priore –. Proprio per questo è in grado di comportarsi come un vero e proprio consulente di viaggi in carne ed ossa”.

Non solo business

A livello tecnologico e logistico, dietro alla realizzazione di questo virtual human di ultima generazione, c’è la mano di QuestIT, tech company senese specializzata nella creazione di tecnologie proprietarie d’intelligenza artificiale. “L’IA non è solo uno strumento per fare business – afferma Veronica Del Priore, communication specialist di QuestIT –. In vista del futuro è chiamata a diventare sempre più un’innovazione utile a semplificare, e a rendere più immediata e smart la vita di tutti i giorni. Proprio per questo anche un settore come il turismo può scegliere di affidarsi a questa innovation. Worldface è un chiaro esempio di come due mondi apparentemente agli estremi possono incontrarsi al fine di aiutare le persone, giovani e non, a ricercare la perfetta vacanza per vivere un’estate all’insegna del divertimento e della spensieratezza”.

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato