Il super caldo modifica le pratiche in agenzia

Le ondate di calore che hanno colpito l’Europa meridionale quest’estate hanno creato un super lavoro agli agenti di viaggi. La notizia arriva dalla stampa statunitense, che parla di una buona dose di flessibilità da parte del trade per modificare itinerari e programmi di viaggio dei loro clienti. E anche da parte degli stessi fornitori c’è stata la stessa cura per evitare lunghe esposizioni al sole.

La domanda di Europa

Un fattore che però non ha sconfortato più di tanto i viaggiatori statunitensi che, imperterriti, stanno portando avanti i loro piani di viaggio. Cosa fanno a questo punto i consulenti di viaggio? Si stanno affannando a riorganizzare gli orari o le sistemazioni per mantenere i loro clienti il più possibile al fresco.
“L’Europa è stato il nostro punto dolente –  ha detto Adam Duckworth, presidente e fondatore di Travelmation a Fort Lauderdale -. I clienti stanno ricontrollando che gli hotel e le auto a noleggio abbiano l’aria condizionata e alcuni stanno cancellando tour o escursioni o chiedendo ai loro consulenti di prenotarli nuovamente per le ore successive della giornata, quando il caldo è meno intenso”. I fornitori si sono dimostrati ampiamente flessibili nell’apportare tali modifiche, date le circostanze, ha aggiunto il manager.

Al riparo dal sole

Cosa chiedono i clienti statunitensi all’agente di viaggio per limitare l’esposizione al caldo? Secondo
Taunya Altamirano, proprietaria di Live Love Drink Travel, un franchising di Dream Vacations a Phoenix, i clienti chiedono escursioni o attività che siano al riparo dal sole o che offrano comunque la possibilità di rinfrescarsi. Altamirano ha registrato anche un aumento delle richieste di crociere fluviali europee da parte di clienti che desiderano visitare più città con una base climatizzata.

Informazione preventiva

Christy Mahon, proprietaria del franchising Dream Vacations Escape Artist Holidays a Branchville, N.J., è stata in Europa durante un’ondata di caldo l’anno scorso e ha messo a frutto questa esperienza. Ora parla ai clienti del caldo prima che prenotino e li avverte delle temperature, della folla e della mancanza di ombra, soprattutto in alcuni siti storici in Europa. Per coloro che viaggiano quest’estate, Mahon si mette spesso in contatto con loro per chiedere come sta andando la preparazione dei bagagli e per suggerire oggetti come ombrelloni o ventilatori portatili. Ha detto che cerca di dare loro consigli “senza farli agitare”.

I fornitori si adattano al caldo

Nei luoghi caldi, gli operatori turistici e persino alcune compagnie di crociera stanno apportando modifiche per mantenere gli ospiti più freschi. La gestione di navi piccole ha dato a Windstar Cruises una buona dose di flessibilità. Stijn Creuptlandt, vicepresidente della compagnia per le operazioni alberghiere e lo sviluppo dei prodotti, ha dichiarato che Windstar ha modificato gli orari di arrivo e di partenza nel Mediterraneo in modo che i passeggeri possano fare il tour al mattino o la sera tardi, quando fa più fresco. A Santorini, ad esempio, Windstar ha aggiunto una navetta a terra per gli ospiti. Le crociere fluviali, ad esempio, sono state modificate in modo da programmare un maggior numero di lezioni a bordo, dimostrazioni di cucina e degustazioni durante le ore più calde della giornata.

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato