A luglio il business travel rallenta, non la spesa

A luglio il valore registrato dal Business Travel Trend (indice mensile realizzato con il Centro Studi Promotor) è di 88, in calo di 7 punti rispetto a quanto emerso per il mese di giugno. A dirlo è il Gruppo Uvet che spiega: “In termini di valore globale il dato registra un rallentamento, insieme al numero di transazioni pari a -9 punti. Al contrario, la spesa media di tutto il business travel nel mese di luglio mostra un incremento fino a toccare quota 138, dato superiore di ben 12 punti rispetto al mese precedente”.

Le voci

Nella suddivisione per tipologia si registra un sostanziale calo di tutte le voci: rispetto a giugno è visibile una riduzione di 16 punti nei voli, di 14 punti sulla parte rail e di 17 punti sulla parte car. Si registra invece un incremento di 10 punti nel comparto alberghiero. La spesa media per transazione, infine, rileva un Btt 105 nei voli (-8 su giugno), di 164 per il segmento hotel (+34), di 106 nel car rental (-31) e di 106 nel settore rail a conferma del trend in corso nel rilevamento della spesa globale. L’indice Btt di Uvet Global Business Travel si rapporta alla corrispondente estrazione dati del 2019 considerando quest’ultima sempre a valore 100. L’attribuzione 100 ai dati 2019 rappresenta un punto di partenza convenzionale, una sorta di unità di misura che Btt adotta per esprimere gli andamenti mensili attuali e per il prossimo futuro. L’indicazione periodica di questo indice, nel tempo, si prefissa di delineare un trend strettamente correlato all’andamento dell’economia. L’indicatore non rappresenta l’andamento di Uvet ma l’andamento del mercato del business travel.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti