Con Avalon Waterways l’autunno scorre sul Danubio

L’autunno di Avalon Waterways porta verso le grandi capitali sulle sponde sul Danubio, tra la produzione vinicola della regione della Wachau e le temperature che permettono di godere appieno dei luoghi più iconici.

Relax ed energie positive

Le parole d’ordine, qui, sono comfort e relax, ma non mancano momenti energizzanti per corpo e mente. Dalle lezioni di yoga e pilates a bordo, a un attrezzato fitness centre dove tenersi in forma anche durante le vancanze, fino alle bici, gratuitamente a disposizione di chi voglia vivere le città del Danubio o le sue dolci colline su due ruote, in autonomia.

E poi c’è spazio anche per il mangiar bene: ogni giorno gli chef Avalon trasformano le cucine in veri e propri ateliér dove la loro arte culinaria prende forma attraverso ricette in cui traspare il continuo dialogo fra tradizione e genio creativo. Ogni piatto diventa una vera e propria composizione gourmet tra gli ingredienti locali delle città toccate e la selezione di vini con etichette internazionali. Non mancano le alternative: un pranzo light, un barbecue sul ponte Sky, un aperi-cena in ogni angolo della nave o un cestino per un picnic in un vigneto fuori Durnstein, proprio nel cuore della Wachau.

Lungo il fiume

È propio questa la visione Avalon Waterways per un city-break: un lento fluire di piaceri dell’Europa vista dalle finestre panoramiche delle suite, un vero e proprio open-air balcony in cui un giorno appare il castello di Linz, quello dopo l’abbazia di Melk, a dominare le colline della Wachau, e, infine, a Budapest, lo splendore opulento del parlamento ungherese su una sponda e del castello di Buda sull’altra.

Tutto questo è nella crociera da 7 giorni Sinfonia del Danubio, in partenza da Vilshofen il 30 ottobre e interamente in lingua italiana.

Sostenibilità al centro

Avalon Waterways è in prima fila per ridurre al minimo l’impatto delle crociere, collaborando con The Ocean Cleanup alla rimozione delle plastiche dai fondali di fiumi e mari, ma anche con diverse organizzazioni attive nei territori attraversati, con l’obiettivo di salvaguardare il paesaggio ambientale, culturale ed economico. Inoltre, anche in cucina vengono esclusivamente adoperati prodotti Km0, provenienti da filiera corta, azzerando le emissioni di co2 e garantendo lo sviluppo delle agricolture locali.

 

 

 

Tags:

Potrebbe interessarti