Meno ritardi, più cancellazioni

Secondo una recente analisi del fornitore tedesco di risarcimenti ai passeggeri aerei Flightright, l’alta stagione estiva negli aeroporti europei è stata tutt’altro che tranquilla. Prima dell’alta stagione estiva, si temeva che potesse ripetersi il caos dei voli del 2022. Ma non è andata così male. Secondo Flightright, appunto, per il periodo dal 22 giugno al 5 settembre, il numero di “ritardi potenzialmente compensabili” è sceso dallo 0,8% allo 0,78% dei voli. Sono stati considerati i ritardi di almeno tre ore.

Tuttavia, lo 0,98% di tutte le partenze europee è stato cancellato. Secondo Flightright, si tratta di una cifra relativamente alta, comunque superiore a quella del 2019. In confronto, nell’ultimo anno pre-Covid è stato necessario cancellare lo 0,74% dei voli. Claudia Brosche di Flightright commenta questo dato: “Gran parte delle compagnie aeree non ha ancora risolto completamente i propri problemi interni“.

Lufthansa con molte cancellazioni

Per il periodo estivo dell’analisi, due compagnie aeree tedesche si distinguono negativamente. Lufthansa Cityline ha dovuto cancellare il 3,1% dei suoi voli e Lufthansa l’1,8%. Nella classifica dei ritardi, i due vettori si sono posizionati rispettivamente al primo e al quinto posto. Per Deutsche Lufthansa Ag, tuttavia, non ci sono solo cattive notizie: la low-cost Eurowings è ancora a metà classifica con l’1,2% di cancellazioni e Austrian Airlines fa addirittura meglio della media con lo 0,8%.

Tuttavia, in termini di cancellazioni di voli, la Germania è ancora al terzo posto in Europa con l’1,48%. Solo in Gran Bretagna (1,58%) e in Svizzera (1,5%) sono stati cancellati più voli. E in quali aeroporti le cose sono andate particolarmente male? Gli scali londinesi di Gatwick (2,1%) e Heathrow (1,93%) non sono stati da meno in termini di cancellazioni di voli. Al terzo posto figura Francoforte (1,88%). Seguono, dal settimo al nono posto, Monaco (1,54%), Düsseldorf (1,44%) e Berlino (1,38%).

I comportamenti di pagamento variano

“È sorprendente – afferma Flightright – che il comportamento di pagamento delle compagnie aeree tedesche vari notevolmente. Mentre Eurowings mostra un buon atteggiamento nei pagamenti, Lufthansa e Condor sono solo a metà strada”. Quest’ultima si lega quasi a esempi negativi come Ryanair, “che paga in più casi in termini percentuali, ma più lentamente di Lufthansa”.

Tags: , , , , ,

Potrebbe interessarti