Rallo Viaggi e l’Egitto classico attento ai dettagli

Un profondo cambiamento strutturale. E’ quello che sta vivendo l’Egitto e che si riflette anche su aspetti operativi. A parlarne, con l’esperienza e la professionalità che la contraddistinguono, è Silvia Russo, titolare di Rallo Viaggi.

Gv: Che bilancio stilate in merito alla rimonta dell’Egitto classico che si è registrata quest’anno?

“Siamo ottimisti ed indubbiamente si può parlare di ripresa e ripartenza dell’interesse per la destinazione Egitto, dopo il boom frenetico dell’estate del 2022. Quest’anno sta riprendendo una sua più oggettiva normalità, con una maggior richiesta nel periodo autunnale e primaverile rispetto all’estate. Importante sarà, per il trade, essere consapevole che tutte le componenti di un viaggio in Egitto classico stanno subendo importanti incrementi. Solo gli ingressi (tanti in un tour culturale in Egitto ) hanno raddoppiato il costo nel giro di pochi mesi. Abbiamo riscontrato che l’interesse per la destinazione ha indotto molti operatori ad inserire l’Egitto nella loro programmazione per la prima volta e questo deve comportare una maggior attenzione da parte delle agenzie, perché le difficoltà di reperimento di servizi validi, spazi, voli, navi sono più che mai concrete, anche per chi ha rapporti consolidati con fornitori da decenni. Inoltre l’Egitto, in questi ultimi anni, sta vivendo un profondo cambiamento a livello strutturale e ciò si riflette anche a livello operativo, su procedure e regole che sembrano complicare l’attività e l’organizzazione, ma che sono utili a limitare abusivismo o improvvisazione da parte di personaggi che vogliono cavalcare l’onda”.

Gv: Come avete reagito voi a questi cambiamenti?

“Per quel che ci riguarda abbiamo intensificato e ravvicinato i viaggi di supervisione ed inspection in loco e sempre più lavoriamo e proponiamo un prodotto culturale attento ai dettagli e alle modalità di fruizione, ad esempio dedicando – in molti nostri itinerari – la giornata di visita ad Abu Simbel con partenza da Aswan ad un orario più confortevole e non all’alba e con pranzo in una rest-house nubiana. Inoltre, come novità per la stagione invernale, abbiamo inserito tre proposte di 6 giorni/5 notti a partenza giornaliera garantita con minimo due partecipanti, che abbiamo chiamato “Focus On” con un particolare approfondimento su Cairo, Luxor e Aswan. Abbiamo pensato anche a delle giornate con guida privata, con visite classiche ed inusuali per entrare meglio nell’atmosfera che queste località emanano e che spesso, in alcuni programmi presenti sul mercato, sono troppo mortificate nei tempi di visita”.

Gv: Cosa vi aspettate dalla stagione invernale?

“Sicuramente ci aspettiamo un inverno stimolante ed ancor più una primavera 2024 interessante. Abbiamo delle date di marzo che sono già chiuse e anche perché il mercato sarà disorientato dai prezzi più disparati. Noi siamo a disposizione del trade per garantire una formazione idonea ad una vendita consapevole e adatta al proprio cliente”. L.D.

Tags:

Potrebbe interessarti