PiratinViaggio chiude l’estate con +40% di fatturato

È positivo il bilancio della stagione estiva per PiratinViaggio che ha registrato una crescita del fatturato del 40%, tra gennaio e agosto, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. A livello di prenotazioni, Egitto, Grecia e Spagna sono stati i migliori performer dell’estate 2023. L’Egitto (Sharm el-Sheikh, Marsa Alam e Hurghada in testa) ha registrato un incremento del 320% rispetto all’estate 2022, mentre Creta e le isole spagnole Tenerife e Maiorca, sono state caratterizzate rispettivamente da una crescita del 105%, dell’80% e del 60%.

Le previsioni per i viaggi autunnali

Sebbene l’estate sia considerata la stagione per eccellenza dedicata alle vacanze, negli ultimi anni un numero sempre più elevato di persone ha scelto di concedersi fughe tra settembre e novembre. Questa tendenza è confermata anche dal 75% degli utenti che è intenzionato a prenotare un viaggio in questo periodo e dal 17% che ha già effettuato una prenotazione. Se da un lato si predilige il Belpaese e il turismo di prossimità (il 27% viaggerà verso località nostrane), c’è tuttavia, un maggior squilibrio tra mete italiane ed estere rispetto ad altri periodi dell’anno: il 66% degli italiani sceglierà un paese europeo (a cui si aggiunge il 12% che opterà per una meta extra-europea). Il dato comune in fatto di preferenze è la vittoria indiscussa della città scelta da otto persone su dieci. Il budget resta un fattore rilevante e le vacanze saranno all’insegna del low-cost, la spesa media (55%) si aggirerà tra i 200 e i 500 euro.

Tags:

Potrebbe interessarti