Crociere: è record in Italia nel 2023. A marzo la Clia European Cruise Week

“È un evento di portata epocale per Genova, l’Italia e l’Europa”, è così che Pierfrancesco Vago, global chairman Clia descrive la Clia European Cruise Week, che si terrà a Genova dall’11 al 14 marzo 2024 e che viene organizzata in partnership con Regione Liguria, Comune di Genova, Autorità di Sistema Portuale e Camera di Commercio.

Circa 700 rappresentanti di governi e istituzioni internazionali e nazionali, esponenti del gotha crocieristico mondiale, oltre a centinaia di fornitori e aziende del comparto renderanno Genova, ancora una volta, la capitale europea della crocieristica. Una settimana in cui, presso il Padiglione Jean Nouvel del Porto Antico, si svolgeranno sia la terza edizione del Clia European Summit sia l’inedito Clia Innovation Expo, dedicato alla lunga filiera del comparto.

Una catena di fornitura molto diversificata

L’industria crocieristica ha infatti una delle catene di fornitura più diversificate d’Europa, con aziende di ogni tipo che spaziano dalla progettazione e costruzione delle navi all’intrattenimento a bordo, dai collegamenti satellitari alle scialuppe di salvataggio, dal food and beverage fino agli equipaggiamenti tecnologici più innovativi. Uno degli obiettivi dell’appuntamento, grazie a centinaia di stand e incontri, è proprio permettere un contatto diretto aziende fornitrici e compagnie.

Una settimana dedicata alla crocieristica che imprime ulteriore impulso ad un settore che sta viaggiando già oggi oltre le aspettative. Per la prima volta nel 2023 il numero di passeggeri movimentati in Italia dovrebbe infatti sfondare quota 13 milioni, con un incremento rispetto al 2019 che potrebbe a segnare anche +15% (dati Clia su elaborazione di Risposte Turismo).

Nel raccontare l’evento il manager spiega che sarà “tra le più importanti fiere a livello globale del settore, un grande Salone Nautico delle crociere. Raggrupperà tutti i più importanti stakeholder del comparto a livello globale: armatori, autorità marittime, istituzioni politiche, regolatori, ma anche responsabili degli uffici acquisti e dei settori tecnici delle compagnie, insieme all’intero mondo dei fornitori del settore crociere. Questi ultimi potranno entrare così direttamente in contatto con i decision maker delle compagnie per sviluppare notevoli opportunità di business, ascoltando le loro necessità e proponendo, a loro volta, prodotti, servizi, soluzioni e progetti”.

Proprio per l’importanza di Genova come porto leader per le crociere, nonché primario centro della cantieristica e dello sviluppo di tecnologie in ambito marittimo, questo tipo di summit, dopo la fortunata edizione del 2022 e quella in programma nel 2024, prevede uno svolgimento con cadenza biennale, si legge nella nota.

Tags:

Potrebbe interessarti