Scalapay: raddoppiata la penetrazione nel segmento travel

“Compra ora. Paga dopo”, la formula Scalapay che permette a milioni di utenti di rateizzare i pagamenti dei propri viaggi senza interessi si sta dimostrando una leva significativa per rendere più accessibile qualsiasi tipo di vacanza. Nel dettaglio, si tratta della possibilità di pagare fino a 6 rate (3 per l’acconto e 3 per il saldo), oppure in formula 4 rate, permettendo al consumatore di completare il saldo persino dopo il viaggio.ù

Cresce il segmento travel

L’inflazione e l’aumento dei costi sono stati il maggiore deterrente all’acquisto di viaggi e di esperienze in Italia nel 2023, tuttavia gli utenti che hanno utilizzato il sistema di pagamento Scalapay hanno fatto registrare all’Unicorno una crescita importante del segmento travel, pari al +250% del transato rispetto al 2022. Un dato molto positivo – si legge nella nota della società – che trova riscontro in un contesto generale decisamente performante: gli ordini sono quasi raddoppiati rispetto allo scorso anno e gli utenti crescono ogni trimestre – vien fatto presente.

Scalapay differisce dai classici sistemi di rateizzazione grazie alla capacità di assumersi il rischio dell’insolvenza del cliente finale e accettare pagamenti anche con carte di debito e prepagate secondo un algoritmo dedicato alla travel industry. Questo modello è confermato da una crescita esponenziale della community italiana di Scalapay, salita da 1 a 2,5 milioni di clienti.

Interessi e nuovi trend del travel

Le operazioni di ricerca – che attestano un traffico di centinaia di migliaia di sessioni a settimana – e relativa finalizzazione della vendita compiute dagli utenti Scalapay attraverso app e sito, offrono uno spaccato interessante sul travel, consentendo di raccogliere dati significativi in merito agli interessi dei viaggiatori e alle abitudini di consumo, oltre ai nuovi trend.

Tra le tendenze emerse, si evidenzia un cambio di rotta per quanto riguarda il last minute: il bacino di quanti hanno utilizzato Scalapay ha mostrato una netta propensione all’anticipo; infatti, la booking window media è di 80 giorni rispetto alla data di partenza. Inoltre, l’utente Scalapay spende mediamente il doppio rispetto a qualsiasi utente online per vacanze o trasporti, grazie alla sicurezza della rateizzazione.

Le mete scelte in estate

Il podio delle mete per l’estate 2023 è tricolore, con una preferenza accordata agli hotel 4 stelle, alle strutture open-air e pet friendly; seguono Egitto, Grecia, Turchia, Giordania. Costante il trend positivo sull’Islanda, mentre Giappone e Stati Uniti registrano lo scontrino medio più elevato. Ottimi i risultati per i viaggi e le vacanze studio, così come le crociere.

 Emergono, poi delle informazioni che possono essere utili per gli operatori del settore, tra cui la provenienza geografica dei viaggiatori attivi: Lombardia, Lazio, Emilia-Romagna e Campania sono le regioni dove la concentrazione è più alta. L’82% degli utilizzatori di Scalapay è di età compresa tra 18 e 44 anni; il 65% predilige pagamenti con carte di debito e prepagate.

Una risposta al caro-prezzi

“Il segmento travel, in questo momento, si conferma per noi strategico – afferma Matteo Ciccalé, travel partnership director di Scalapay – siamo in un’importante fase di espansione – anche in Spagna – e il mercato ha compreso come Scalapay sia uno strumento di grande sostegno nelle vendite, soprattutto per il periodo storico che stiamo vivendo a causa dell’inflazione. La nostra formula di pagamento vuole essere al contempo una leva per rendere più accessibile la vacanza e fornire uno strumento concreto in risposta al caro prezzi – spiega il manager -. I dati ci confermano che la fruizione della nostra piattaforma, da parte del cliente finale, è in evoluzione: sull’app e sul sito gli utenti cercano e scoprono fornitori, traggono ispirazione per future esperienze di viaggio”.

Inoltre, il manager annuncia che stanno “ampliando il fronte degli accordi con diverse realtà del turismo organizzato: solo per citarne alcuni, Scalapay è partner di Utravel, SpeedVacanze, SiVola e per le vacanze studio con Mla World e Sunnylife. Anche i grandi network Gattinoni e Bluvacanze ci hanno scelto come integrazione e partner di crescita. Nell’ambito dei trasporti, il segmento navale è quello in cui stiamo registrando un picco di interesse, in sinergia con Grimaldilines, Traghetti Lines, TicketCrociere, Crocierepiu e Netferry. Queste new entry si affiancano, inoltre, a consolidate partnership come Alpitour, Veratour, TH Resorts, WeRoad, Arbatax Park, Mangia’s, Blue Hotel e molti altri”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti