Fly&drive per scoprire una Polonia “alternativa”

La Polonia è una destinazione che continua ad affascinare per le sue città d’arte, per i 17 siti patrimonio Unesco, per la natura incontaminata e i 23 parchi nazionali, la regione dei laghi della Varmia-Masuria, le montagne, la storia, l’arte, la gastronomia, le attività outdoor e molto altro.

Una Polonia “alternativa”

“Una prima visita non può che cominciare dalle splendide città ricche di storia e cariche di notevole patrimonio artistico, culturale e architettonico, come Varsavia, Cracovia, Danzica e Breslavia, quattro gioielli imperdibili che racchiudono in sé un fascino oltre ogni aspettativa. -afferma Barbara Minczewa, direttrice dell’Ente nazionale polacco per il turismo- Esistono anche però località alternative, meno note, ma altrettanto ricche di fascino, storia e cultura, come Lodz, un museo a cielo aperto dove design, innovazione e modernità non celano il suo celebre passato multiculturale e industriale, Torun, uno scrigno intatto di arte e architettura gotica che nasconde a chi la visita una sorpresa dietro l’altra, oltre ad essere città natale dell’astronomo Copernico e Patrimonio Unesco, e ancora Poznan, una delle città più antiche e ricche della Polonia, con la sua la coloratissima piazza del Mercato Vecchio circondata da piccoli edifici del XVI e XVII secolo”.

Alla scoperta della gastronomia

Non solo, la cucina polacca è una vera e propria scoperta per il palato, un’opera d’arte in cui si fondono sapientemente prodotti, utilizzi e ricette frutto non solo di questa terra ma della profonda influenza delle numerose etnie che nel corso dei secoli hanno convissuto sul territorio dell’attuale Polonia. Viaggiare in Polonia, andando alla scoperta dei suoi sapori e delle sue pietanze, significa compiere un vero e proprio viaggio storico-degustativo. Ognuna delle 16 regioni è il cuore pulsante della cucina polacca e presenta un’esperienza culinaria peculiare, grazie alla ricchezza naturalistica, paesaggistica e storica oggi fonti di ispirazione per giovani chef che reinterpretano ricette antiche, pur conservandone la tradizione.

Fly & drive

“Per apprezzare le storiche città d’arte, la splendida natura, tra mare, monti, boschi, fiumi e laghi e assaporare appieno il meglio di questo territorio pieno di sorprese, il modo migliore è una vacanza fly & drive. -prosegue la direttrice- La Polonia è facilmente raggiungibile grazie alla fitta rete di collegamenti aerei dall’Italia che permette di raggiungere le principali città polacche Danzica, Katowice, Cracovia, Lodz, Poznan, Rzeszów, Lublino, Breslavia e Varsavia, che dalla scorsa primavera dispone di un nuovo aeroporto ‘Varsavia-Radom’, e da fine ottobre prossimo sarà nuovamente raggiungibile grazie al collegamento tra Roma Fiumicino e Varsavia Chopin con la compagnia di bandiera Lot”.

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti