Ita Airways prosegue il piano di crescita, 96 aeromobili entro il prossimo anno

Nuove destinazioni e incremento della flotta. Prosegue il piano di crescita di Ita Airways che punta a diventare “il vettore di riferimento per il territorio e le destinazioni intercontinentali – commenta il direttore generale, Andrea Benassi -. Abbiamo iniziato le operazioni con 52 aeromobili e arriveremo a quota 96 entro il prossimo anno”.

I numeri di Ita

Un network cresciuto del 70% anno su anno dove il lungo raggio incide per il 45%. In questo scenario sempre la stessa percentuale è rappresentata dal point to point e il resto dalle connections.

Ma come sono stati questi due anni di attività? A tracciare un bilancio è la cco Emiliana Limosani: “21 milioni i pax trasportati finora e 100mila le tonnellate di cargo, 600 voli charter e un fatturato che per il 65% deriva dal segmento intermediato grazie anche ai 17mila iscritti alla piattaforma Ita Airways Connect. Nello specifico il 2023 (periodo gennaio/settembre) ha registrato 11 milioni di pax ovvero il +56% dello stesso periodo dello scorso anno, +83% di ricavi e un load factor dell’80% che aumenta di 3 punti nei mesi estivi”.

La winter di Ita

Per quanto riguarda il network della winter comprenderà 52 destinazioni: 17 nazionali, 23 internazionali e 12 intercontinentali. “Dal 29 ottobre sarà disponibile il giornaliero Roma-Rio De Janeiro e dal 16 dicembre i collegamenti con le Maldive che saranno da 3 a 5 frequenze a settimana fino ad aprile – prosegue Limosani -. A queste destinazioni si aggiungono: Chicago dal 7 aprile, Toronto dal 1 maggio, Ryad dal 5 maggio, Kuwait City e Accra dal 5 giugno, Gedda dal 5 ottobre, Dakar dal 5 luglio. Incrementate le frequenze su Germania, Albania, Malta e, a luglio e agosto, su isole spagnole e greche”.

Tra gli altri obiettivi del vettore, c’è quello di incrementare il segmento business travel, soprattutto ampliando l’utenza straniera (oggi il mercato italiano incide per il 51%). Sono 1.5 milioni gli associati al loyalty program Volare e il 65% è rappresentato da nostri connazionali. Infine dal 29 ottobre verrà rinnovato il menu di bordo che sarà firmato dallo chef 2 stelle Michelin Gian Piero Vivalda.

Sveva Faldella

Tags:

Potrebbe interessarti