Civitatis alla conquista dell’Italia: crescita a tre cifre nel 2023

Sta vivendo un momento di fervore, Civitatis. L’azienda, fondata da Alberto Gutiérrez Pascual nel 2008, sta infatti registrando quest’anno i migliori risultati della sua storia e il marchio continua ad impegnarsi per ottenere di più. Per continuare a migliorare e raggiungere gli obiettivi, le agenzie di viaggio sono diventate un pilastro fondamentale per Civitatis. Queste, che fanno parte dell’area b2b guidata da Verónica de Íscar, chief b2b officer di Civitatis, hanno un peso sempre più importante all’interno della piattaforma. Dalla creazione di questa sezione verticale nel 2018, il business to business non ha smesso di crescere all’interno della società. 

La piattaforma agenziale 

“Alla base del successo – spiega Verónica de Íscar – l’impegno nel comprendere le esigenze del viaggiatore, che vanno ben oltre la prenotazione o l’attività. In questo senso, l’aumento delle vendite e delle agenzie partner è sempre stato accompagnato dall’ascolto attento e attivo di Civitatis nei confronti delle proprie agenzie”. La piattaforma agenziale si distingue per la sua facilità e semplicità, ma anche per consentire un contatto diretto e immediato, grazie ad un team dedicato esclusivamente a soddisfare le esigenze degli agenti di viaggio. Qualsiasi dubbio, consiglio o suggerimento viene affrontato nel più breve tempo possibile dal reparto Agenzie di Viaggio. Come risultato di questo ascolto attivo, il dipartimento di agenzia ha lanciato una novità tanto attesa quanto rilevante: il sistema di pagamento differito “Prenota ora, paga dopo”. 

Crescita a tre cifre 

Nel 2023 Civitatis sta registrando una crescita a tre cifre rispetto ai livelli pre-pandemia, come conferma il chief b2b sales officer. “Quest’ultimo trimestre – commenta – sarà il tocco finale di un anno magnifico. Quando è iniziato, aspiravamo a riempire il viaggio di 10.000.000 di persone, e non solo lo raggiungeremo, ma lo supereremo. Tutti i dipartimenti hanno fatto un enorme sforzo per continuare a portare Civitatis al livello successivo, non solo in Italia e Spagna, ma in tutto il mondo, ed è molto soddisfacente vedere che lo stiamo raggiungendo”. “Se parliamo semplicemente di numeri, questo significa che Civitatis crescerà, nel mercato italiano e messicano, del 100% da qui alla fine dell’anno rispetto al 2022 – precisa la manager – e del 50% in quello spagnolo. Non a caso, una delle sfide più importanti che abbiamo affrontato quest’anno è stata quella di localizzare ancora di più Civitatis in tutti i mercati in cui operiamo, e così è stato: abbiamo sempre più team locali, guidati da country manager”. 

La tabella di marcia 

Per il 2024, la tabella di marcia che l’azienda intende seguire, in tutti i settori, è quello di “non perdere la concentrazione, continuare a concentrarci su ciò che sappiamo fare bene, ovvero offrire la migliore piattaforma per attività e tour in spagnolo in tutto il mondo. Sempre dinamici per adattarci ai cambiamenti che possono presentarsi e con quell’ascolto attivo che ci aiuta a migliorare ogni giorno”, conclude Verónica de Íscar.

Laura Dominici

Tags: ,

Potrebbe interessarti