I treni notturni piacciono sempre di più

In Europa, in una manciata di ore è possibile raggiungere le più importanti capitali viaggiando in comode cuccette o posti a sedere durante la notte. I treni notturni rappresentano inoltre un valido alleato per gli italiani che hanno necessità di spostarsi da un punto all’altro dello Stivale, ottimizzando tempi e costi. I dati raccolti da Trainline testimoniano come il trend sia destinato a durare.

Lungo la Penisola

Grande successo per le destinazioni del Sud: le siciliane Palermo (+705%) e Catania (+600%) e la calabrese Lamezia Terme (+206%) si attestano infatti come le destinazioni che hanno registrato il maggior incremento di passeggeri sulle tratte notturne ( i dati si riferiscono al numero di passeggeri che hanno prenotato biglietti sulla piattaforma Trainline per viaggiare nel periodo compreso tra il 16 settembre 2022 e il 15 settembre 2023 rispetto al periodo compreso tra il 16 settembre 2021 e il 15 settembre 2022). Così a seguire nella top 10: Parma (+186%), Piacenza (+176%), Paola (+148%), Rosarno (+142%), Napoli (+115%), Venezia Mestre (+109%), Bologna Centrale (+103%).

Prezzo in calo

I treni notturni su tratte nazionali rappresentano un valido alleato per coloro che desiderano contenere i costi del viaggio. A riprova di ciò, i dati Trainline mostrano come il prezzo medio pagato dai viaggiatori italiani per un biglietto su un treno notturno sulla tratta tra Roma e Catania sia diminuito del 18% nel periodo considerato, mentre quelli sulle tratte Napoli-Milano e Roma-Palermo siano scesi rispettivamente dell’8% e 4%.

Il mercato europeo

Viaggiare di notte è anche la soluzione migliore se si desidera avere l’intera giornata a disposizione all’estero. Secondo i dati, gli italiani che viaggiano verso destinazioni straniere utilizzando un treno notturno partono principalmente da Bologna (+225%), Torino (+31%) e Verona (+16%), città ben collegate con destinazioni francesi, austriache e tedesche.

Inoltre, tra i viaggiatori non italiani le destinazioni mediterranee del Sud Italia riscuotono grande successo: Palermo e Catania sono infatti due delle città che hanno visto il maggior incremento anche di passeggeri stranieri per quanto riguarda i treni notturni, con rispettivamente un aumento del 288% e 277% rispetto all’anno precedente.

Viaggio suggestivo

“In qualità di promotori di viaggi più sostenibili – commenta Andrea Saviane, country manager di Trainline per l’Italia -, sia dal punto di vista ambientale sia da quello dei costi, crediamo che i treni notturni rappresentino la soluzione perfetta. I numeri raccolti grazie alla nostra piattaforma testimoniano la passione di italiani e no per questa tipologia di viaggio più “lenta” e, per certi versi, più suggestiva”.

Tags:

Potrebbe interessarti