La mission di Dimensione Turismo

Tanti anni di esperienza non arrestano la voglia di migliorare di Dimensione Turismo, che sta portando avanti un progetto di ricerca in particolare sull’hôtellerie per selezionare strutture che offrano un’esperienza completa e all’insegna del comfort a 360°.

Ricerche sempre più affinate

Oltre a questo, il lavoro di selezione dell’operatore si concentra su “gestioni ecosostenibili e design immersivi – come spiega l’Ufficio programmazione dell’operatore -, che sappiano stimolare l’immaginazione, offrendo un’esperienza di soggiorno fuori dall’ordinario. Questi sono altri aspetti che vengono ricercati nelle strutture alberghiere selezionate per i nostri programmi, sia per quel che riguarda gli hotel di categoria lusso che di categoria più bassa. Lo stesso vale per i servizi e i tour, che nell’ultimo anno abbiamo verificato in loco per ogni destinazione, privilegiando sempre le soluzioni più sicure, confortevoli e con contenuti di qualità”.

La programmazione invernale

Per l’inverno, intanto, l’operatore è concentrato sulla destinazione Thailandia per il Capodanno, con i tour culturali del Nord da un lato, “in grado di stimolare una nuova conoscenza nel viaggiatore – spiegano dall’operatore -, ovviamente Bangkok e Phuket e poi Khao Lak, Koh Lanta, Krabi e Ko Lipe”.  Gli altri prodotti invernali consigliati da Dimensione Turismo sono Colombia, Brasile, Vietnam, Laos, Cambogia e Turchia, “perché condensano tutti gli aspetti di un viaggio perfetto ed arricchente: scoperta, conoscenza, natura incantevole ed esperienza della cultura locale”.

Bilancio estivo

La stagione appena conclusa è stata “sorprendentemente positiva”, come commenta l’ufficio programmazione, spiegando che “è stato particolarmente stimolante ripartire con il nostro lavoro a pieno ritmo dopo un periodo di stasi tanto complesso.  La cosa che ci ha riempito di soddisfazione – aggiunge – è stato osservare che non solo siamo riusciti a raggiungere i risultati della pre-pandemia, ma li abbiamo superati”. Anche il settore incentive si è mostrato in “straordinaria ripresa e le aziende cavalcano il revenge tourism che fa del viaggio lo strumento più performante dell’incentivazione”.

La consapevolezza del viaggiatore

La pandemia ha poi generato nel viaggiatore la consapevolezza che affidarsi ad un tour operator possa offrire garanzie di professionalità e assistenza che mettono al riparo da molte problematiche. “Il Covid ci ha fatto scoprire più vulnerabili – conferma l’operatore – ma ha tutt’altro che sopito il desiderio dell’altrove. Infatti abbiamo rilevato una richiesta sempre crescente di viaggi articolati, ricchi di contenuti e dalla logistica più complessa. A tal proposito, ci è sempre più chiaro come il nostro ruolo sia quello di mettere la nostra esperienza professionale al servizio di viaggi complessi per clienti esigenti, anche se non necessariamente in cerca del lusso, quanto piuttosto dell’autenticità che Paesi lontani dalla nostra cultura possono riservare”.

La ripartenza del Brasile

Tra le novità di prodotto, da segnalare che, dopo alcuni anni, Dimensione Turismo sta per ripartire con la storica programmazione Brasile, “che abbiamo molto a cuore e che sappiamo in grado di offrire molte emozioni a chi la visita. In generale, stiamo per diffondere i nuovi cataloghi di Colombia, Thailandia, Indonesia, Vietnam – Laos – Cambogia, Brasile, Malesia, Turchia, che sono il frutto di un accurato aggiornamento con varie ispezioni in loco”.

Tags:

Potrebbe interessarti