Enogastronomia e turismo: appuntamento ad Alghero

E’ in corso di svolgimento, fino al 22 ottobre nell’ex Mercato Ortofrutticolo, Plaçalguer 2023: tutto il buono di Alghero, tra incontri, laboratori con il cuoco, degustazioni, musica, esposizioni e il convegno dedicato a enogastronomia e turismo.

Attrazione per quattro stagioni

“Alghero attrae in ogni stagione – spiega il sindaco Mario Conoci – anche in autunno, con la seconda edizione di Plaçalguer, in programma fino al 22 ottobre, organizzato dal Comune di Alghero e sostenuto dalla Fondazione di Sardegna. La cultura enogastronomica, le arti e la trasmissione dei saperi sono i protagonisti di questa che abbiamo pensato come una grande festa”. “Nei cinque giorni esperienziali – precisa Alessandro Cocco, assessore alla cultura e al turismo del Comune di Alghero – all’interno dei vasti spazi dell’ex Mercato Ortofrutticolo, si alterneranno incontri con cuochi e prove ai fornelli, degustazioni e musica, per scoprire i segreti della cucina algherese caratterizzata da piatti e ricette antiche che i ristoratori algheresi aderenti all’iniziativa proporranno nei menu di domenica 22 ottobre”.

Il soggiorno

Per soggiornare ad Alghero in occasione del long weekend ad alto valore gastronomico, il Consorzio Turistico Riviera del Corallo, Domos e Welcome to Alghero propongono tariffe agevolate. Cinque giorni dedicati alla cultura e all’enogastronomia alghero-catalana, a cominciare dalla mostra temporanea Senyal del Judici, nella Chiesa di Sant’Anna Intra Ioenia, adiacente alla Cattedrale, (apertura pomeridiana nei giorni del festival, ingresso libero). Seguono vari momenti di studio e riflessione sul ruolo della buona tavola, a partire dal convegno “Esperienze enogastronomiche, leve strategiche per il turismo”, un confronto tra produzione, ristorazione e ricettività sull’enogastronomia tipica quale prodotto turistico esperienziale, moderato dalla giornalista Ornella D’Alessio. In programma ben 16 laboratori “A lezione col cuoco”, previsti il 20 e il 21 ottobre alle 10 e alle 16 sempre nell’ex Mercato Civico, per apprendere l’immenso patrimonio di ricette selezionate dall’associazione culturale Saber i Sabor che da anni si occupa della salvaguardia dei piatti della tradizione gastronomica algherese.

Tags: ,

Potrebbe interessarti