Skaltsi-Grecia: “Ci aspettiamo un altro anno record”

E’ stata un’estate molto buona, speriamo di avere un altro anno record, migliore del 2019, che era stato per noi da primato. Siamo molto ottimisti”. Parola di Stavroula Skaltsi, direttore ente ellenico per il turismo in Austria Svizzera Slovacchia Ungheria e Italia Ente Nazionale Ellenico per il Turismo Ufficio Estero –. Nonostante i noti episodi della stagione calda in Rodi, “che abbiamo fronteggiato molto bene – prosegue la manager -, abbiamo registrato come sempre molti italiani in Grecia e siamo soddisfatti”.

L’obiettivo  è “rendere il Paese una meta visitabile 12 mesi all’anno – aggiunge Skaltsi -; è di facile accesso dall’Italia e per l’inverno promuoviamo il ‘greekend‘, cioè il weekend nelle grandi città greche, come Atene e Salonicco. Vantiamo anche altre destinazioni più piccole, sempre fruibili tutto l’anno, che possono soddisfare i bisogni del turista, con attività come il trekking, il kayak nei fiumi, la cultura nei siti archeologici, questi ultimi perfetti da scoprire in autunno e primavera. Ci sono poi gli eventi, come il Carnevale di Patrasso nell’ultima settimana di febbraio-inizio marzo, che meritano di essere scoperti e vissuti”.

L’Italia è nella top five dei mercati europei, sottolinea la manager, e le aree più visitate sono Rodi, Creta, le isole Ionie e la parte Ovest del Paese. “Sta crescendo anche la località di Kalamata, che non solo è dotata di aeroporto, ma è a solo due ore e mezza di strada da Atene, o la penisola del Mani, con i suoi piccoli villaggi in pietra, l’olio, la gastronomia e le spiagge”.

Nicoletta Somma 

 

 

 

Tags:

Potrebbe interessarti