Per TH Group focus tecnologia sul prodotto

Un anno soddisfacente, anche se complicato da gestire in alta stagione, con i mercati esteri forti e l’italiano un po’ sotto le aspettative nei mesi clou. A parlare è Stefano Maria Simei, direttore commerciale e marketing di TH Group, che racconta di una chiusura d’esercizio a quota 180 milioni di euro complessivi (erano 135 nel 2022, ndr), “leggermente sotto il budget previsto”. I mesi di giugno, luglio e settembre sono stati ottimi, mentre agosto è risultato sotto le aspettative.

L’exploit di Baobab

Da segnalare in particolare “il bellissimo exploit di Baobab – dichiara Simei – con un’ottima performance complessiva, che si traduce in 35 milioni di euro in termini di fatturato (che potrebbero diventare 50 il prossimo anno)”. Anche la tecnologia ha fatto la sua parte: “Con il partner Amadeus – sottolinea il manager – il brand è stato in grado di catturare il volato di linea e low cost per la costruzione di pacchetti sia per Baobab che per TH”. Il motore di ricerca permette infatti alle agenzie di prenotare il volo più il transfer e il land da tutti gli aeroporti. E’ stata anche lanciata la nuova piattaforma Markando (“anche se con un po’ di ritardo rispetto alla gestazione”) e ora si attende uno sviluppo per il 2024 “in continuità con il 2023”.

Lo sviluppo in Italia per TH

TH Resorts ha già in previsione uno sviluppo in montagna con un focus su Svizzera e Austria, mentre per il mare si attendono new entry in Sicilia, Puglia, Alto Adriatico e anche sul lago, mentre per la linea città d’arte “si sta lavorando su altre due o tre destinazioni”. Basandosi sull’esperienza estiva, il gruppo lavora oggi su un pricing 2024 “in cui la curva dei prezzi dovrà essere addolcita, puntando sull’anticipo di prenotazione e una strategia che premi i repeater”.

Il rapporto commerciale con il trade

Dal punto di vista del rapporto commerciale con il trade, “investiamo su di loro – assicura Simei – rendendo più facilmente fruibile il prodotto grazie alla tecnologia e rivedendo il piano commissionale, che privilegia i rapporti continuativi con le TH Points (500). Segmenteremo di più il trade”. L.D.

 

 

Tags:

Potrebbe interessarti