Il turismo in Africa: settore dal grande potenziale, 168 mld nei prossimi 10 anni

Il settore del travel in Africa potrebbe aggiungere 168 miliardi di dollari all’economia del continente e creare oltre 18 milioni di nuovi posti di lavoro. E’ quanto rivelato ieri dal Wttc, durante il vertice globale a Kigali, in collaborazione con Vfs Global. Secondo il rapporto “Unlocking opportunities for travel & tourism growth in Africa”, questa crescita potenziale dipende da tre politiche chiave volte a sbloccare una crescita annuale del 6,5%, raggiungendo un contributo di oltre 350 miliardi di dollari.

Il potenziale del turismo in Africa

Viaggi e turismo sono un settore potente in Africa, pari ad un contributo di oltre 186 miliardi di dollari all’economia del continente nel 2019 e a 84 milioni di viaggiatori internazionali.

Il settore è essenziale anche per l’occupazione, poiché fornisce mezzi di sussistenza a 25 milioni di persone, pari al 5,6% di tutti i posti di lavoro nella regione.

Intervenendo al Global Summit, Julia Simpson, presidente e ceo de Wttc, ha dichiarato che “il settore dei viaggi e del turismo in Africa è stato testimone di una trasformazione straordinaria. In soli due decenni, il suo valore è più che raddoppiato, contribuendo in modo significativo all’economia del continente. Il potenziale di crescita per il turismo in Africa è enorme. È già più che raddoppiato dal 2000 e, con le giuste politiche, potrebbe sbloccare altri 168 miliardi di dollari nel prossimo decennio”.

Cosa serve ancora

Simpson ha sottolineato che l’Africa ha bisogno però “di processi di visto semplificati, di una migliore connettività aerea all’interno del continente e di campagne di marketing per evidenziare la ricchezza di destinazioni in questo continente”.

Zubin Karkaria, fondatore e ceo di Vfs Global, ha sottolineato che “Vfs Global riconosce l’enorme potenziale dell’Africa e rimane profondamente impegnata a sostenere il continuo sviluppo dei viaggi e del turismo da e verso il continente. Questo rapporto non solo evidenzia le diverse prospettive di crescita economica, turismo sostenibile e collaborazione interculturale, ma fornisce anche preziose informazioni ai governi per formulare politiche e offre alle imprese una tabella di marcia ben definita per l’espansione in questo fiorente mercato”.

Il settore del travel in Africa ha dimostrato di saper affrontare le sfide a testa alta, dalla crisi finanziaria globale del 2008 alle battute d’arresto causate da epidemie e instabilità politica. Nonostante tutto ciò è sulla via della ripresa. Secondo il Wttc si prevede che il 2023 sarà un anno di ripresa quasi completa, solo l’1,9% in meno rispetto ai livelli del 2019, con la creazione di ulteriori circa 1,8 milioni di posti di lavoro.

Tags:

Potrebbe interessarti