America Centrale e Repubblica Dominicana, europei bacino prioritario

Gli europei amano visitare le multidestinazioni dell’America Centrale e della Repubblica Dominicana. Questo emerge dalle statistiche del Segretariato per l’Integrazione Turistica Centroamericana (Sitca), le quali indicano che l’Europa rappresenta la principale fonte di visitatori per questa regione, piazzandosi al settimo posto a livello globale con il 2,7% del totale dei turisti che giungono al cuore del continente americano. Tra i principali mercati europei, spiccano la Spagna, che contribuisce con il 35% del totale dei turisti europei, seguita dalla Germania con il 23%, dalla Francia con il 17%, dal Regno Unito con il 12%, dall’Italia con il 9% e dai Paesi Bassi con il 4%.

I Paesi della regione hanno accolto un totale di 21,2 milioni di visitatori nel 2022. I dati del 2022, rispetto all’anno precedente, hanno registrato una crescita del 214% nel numero di turisti e più del 69% nel numero di escursionisti, contribuendo a un aumento dell’89,3% nel totale dei visitatori (dati Sitca). Guardando al 2023, le statistiche ufficiali di ciascun Paese mostrano che non solo hanno recuperato i livelli pre-pandemia, ma li hanno già superati, dimostrando la robustezza dell’industria turistica e l’interesse globale nella regione.

Su questa linea, El Salvador ha ricevuto 2,4 milioni di visitatori fino a settembre 2023, con una crescita del 27% rispetto allo stesso periodo del 2019. Il Guatemala fornisce dati fino ad agosto, con un numero complessivo di visitatori pari a 1,8 milioni. In Honduras, un totale di 685.772 turisti ha visitato il Paese nel primo trimestre del 2023, registrando un aumento del 42% rispetto allo stesso periodo del 2022 e del 4% rispetto al 2019.

I dati relativi a Panama per il periodo gennaio-giugno 2023 riflettono l’arrivo di 1,3 milioni di turisti, con un aumento del 55,1% dei visitatori internazionali rispetto allo stesso periodo del 2022. Il Belize ha registrato un totale di 641.133 turisti tra gennaio e agosto 2023, il 60% in più rispetto al 2022. In Nicaragua, il primo trimestre del 2023 ha visto il recupero dei numeri del 2019 e il 2022 si è chiuso con oltre 800.000 visitatori. Il Costa Rica ha accolto 1,3 milioni di turisti nella prima metà del 2023, un aumento del 19% rispetto al 2022 e una crescita rispetto al 2019. La Repubblica Dominicana ha superato i 7 milioni di visitatori tra gennaio e agosto 2023, il 25% in più rispetto al 2022 e il 31% in più rispetto ai dati pre-pandemia del 2019.

Venti siti patrimonio dell’umanità

Una delle attrazioni per gli europei e i visitatori di tutto il mondo è il patrimonio culturale, archeologico, naturale e immateriale dell’America Centrale e della Repubblica Dominicana, che ha portato 20 siti a essere dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Dai siti archeologici di antiche culture precolombiane, alle aree naturali, dalle città coloniali alle fortificazioni caraibiche sono oggetto di grande interesse da parte dei turisti.

In Guatemala, la città coloniale de La Antigua, il Parco Nazionale di Tikal, il Parco Archeologico di Quiriguá e l’antico sito Maya, e il Parco Archeologico Nazionale di Takalik Abaj compongono un affascinante itinerario del patrimonio. In Belize, si trova il sistema di riserve della barriera corallina, la più lunga nell’emisfero settentrionale. In Honduras, è presente la Riserva della Biosfera del Río Plátano e gli eccezionali siti archeologici maya di Copán.

In Nicaragua, le rovine di León Viejo e la Cattedrale di León. In El Salvador, il sito archeologico di Joya de Cerén, che comprende la conservazione del patrimonio di un villaggio agricolo. A Panama, le fortificazioni della costa caraibica di Portobelo e San Lorenzo, il Parco nazionale del Darien, il sito archeologico di Panama Viejo e il Distretto storico di Panama, il Parco nazionale di Coiba e la sua Zona di protezione marina speciale.

Nella Repubblica Dominicana, si trova la città coloniale di Santo Domingo. In Costa Rica, troviamo gli insediamenti precolombiani dei cacicchi con le sfere di pietra del fiume Diquís, il Parco Nazionale dell’Isola del Cocco e la Zona di Conservazione di Guanacaste. Infine, c’è la Riserva della Catena Montuosa Talamanca-La Amistad, situata al confine tra Costa Rica e Panama.

Questo viaggio attraverso il patrimonio dell’America Centrale e della Repubblica Dominicana evidenzia che questa regione offre attrazioni per tutti i segmenti della popolazione, insieme alle sue tradizioni e usanze, nove delle quali sono state riconosciute come Patrimonio Immateriale dell’Umanità. Queste attrazioni, legate al turismo sostenibile, hanno permesso a questa regione di superare già nel 2019 le cifre di visitatori pre-pandemia.

Tags:

Potrebbe interessarti