Ras Al Khaimah a braccetto con Musandam

Ras Al Khaimah Tourism Development Authority (Raktda) e Oman Tourism Development Company (Omran Group) hanno siglato oggi un Memorandum of Understanding (MoU) per avviare sinergicamente iniziative di marketing e promozione turistica tra il Governatorato del Musandam, nel Sultanato dell’Oman, e l’Emirato di Ras Al Khaimah, negli Emirati Arabi Uniti.

L’accordo è stato firmato a Londra da Raki Phillips, chief executive officer di Ras Al Khaimah Tourism Development Authority, e dal Dr. Hashil Obaid Al Mahrouqi, chief executive officer di Omran Group, nel corso di una cerimonia tenutasi al World Travel Market.

Il MoU rappresenta la piattaforma ufficiale attraverso la quale entrambe le parti possono collaborare per sviluppare iniziative volte ad attrarre un maggior numero di visitatori internazionali, posizionando Ras Al Khaimah e Musandam come destinazioni turistiche globali. L’accordo prevede che le due organizzazioni operino insieme per ottimizzare la visita di entrambe le destinazioni, Ras Al Khaimah e Musandam, in un unico viaggio. La partnership tra le due destinazioni è stata naturale, in quanto le separa un viaggio in auto di soli 90 minuti e una catena montuosa in comune, i maestosi monti Hajar, oltre a una serie di altri paesaggi naturali condivisi. Inoltre, il patrimonio culturale e i legami storici intrecciati tra i due Paesi non fanno altro che arricchire e rafforzare questa collaborazione unica.

A tal proposito, il protocollo d’intesa stabilisce un quadro di riferimento per una maggiore cooperazione e dialogo sulle iniziative di marketing volte a promuovere il turismo tra le due destinazioni. Ciò include l’agevolazione nell’accesso ai trasporti tra Musandam e Ras Al Khaimah, lo sviluppo di disposizioni favorevoli in materia di visti per i viaggiatori internazionali che desiderano visitare entrambe le destinazioni, e l’introduzione di pacchetti turistici, offerte e opportunità di partnership.

I commenti

Raki Phillips, ceo di Ras Al Khaimah Tourism Development Authority, ha dichiarato:”Questo accordo, primo nel suo genere, si basa su una collaborazione tra Ras Al Khaimah e il vicino Governatorato del Musandam. Non vediamo l’ora di lavorare insieme a Omran su attività di promozione trasversali che non solo metteranno in mostra le distinte offerte turistiche delle nostre destinazioni, ma sensibilizzeranno anche i visitatori internazionali sull’ampia gamma di attrazioni turistiche del Golfo”.

Dr. Hashil Obaid Al Mahrouqi, ceo di Omran Group, ha dichiarato: “È per noi un grande piacere collaborare con Ras Al Khaimah Tourism Development Authority. Questo MoU sottolinea il ruolo fondamentale che le autorità turistiche svolgono nella valorizzazione delle risorse naturali e del patrimonio culturale. Attraverso i nostri sforzi congiunti, puntiamo a creare esperienze distintive e innovative per i viaggiatori globali, rafforzando ulteriormente il fascino della nostra regione”.

Le attrattive

L’Emirato di Ras Al Khaimah e il Governatorato del Musandam vantano molte risorse naturali che offrono ai turisti il setting ideale per esperienze coinvolgenti. Tra questi luoghi le maestose montagne dell’Hajar e i fiordi per i quali il Musandam è rinomato. Inoltre, grazie alla loro posizione geografica – i due territori sono situati lungo le coste incontaminate del Golfo Arabico e del Mare dell’Oman – i viaggiatori hanno la possibilità di sperimentare numerose attività acquatiche in un unico viaggio: dalle immersioni allo snorkeling, dalle crociere sui tradizionali Dhow all’avvistamento dei delfini, dai tour in kayak ai parchi acquatici.

Le due destinazioni offrono anche un’ampia gamma di attività avventurose: questa partnership strategica si concentrerà sul posizionamento di Ras Al Khaimah e Musandam “come leader nel mercato globale del turismo outdoor attraverso programmi di marketing unificati – afferma una nota -. Ras Al Khaimah, conosciuta come l’hub dell’avventura del Medio Oriente, offre adrenaliniche esperienze a Jebel Jais, la vetta più alta degli Emirati Arabi Uniti, come il Jais Flight, la zipline più lunga del mondo, il Jais Sledder, la più lunga discesa in slittino della regione, oltre a molte altre ancora, mentre il Musandam ha recentemente battuto i record internazionali con il lancio della zipline sull’acqua più lunga al mondo. Insieme, le due destinazioni sono pronte a dare un contributo significativo al mercato globale del turismo outdoor, elevando lo status del Medio Oriente come hub per gli amanti dell’avventura a livello internazionale”.

Inoltre, entrambe le destinazioni vantano un notevole patrimonio storico-culturale. Gli appassionati di storia possono iniziare visitando uno dei vari siti archeologici di Ras Al Khaimah, quattro dei quali sono inseriti nella lista tentative dell’Unesco, e Suwaidi Pearls, l’unica farm di perle degli Emirati Arabi Uniti, per poi recarsi in Oman e visitare il forte di Khasab e Telegraph Island, fra i più noti siti archeologici del Musandam. Inoltre, grazie a questo protocollo d’intesa, verranno sviluppate iniziative per attrarre i visitatori internazionali in questi siti, al fine di preservare la bellezza naturale e le tradizioni culturali di ciascuna destinazione.

 

Tags: , ,

Potrebbe interessarti