Bit 2024: al passo con un mercato turistico in crescita

Il mercato turistico europeo è in forte ripresa, con l’Italia in prima linea. In questo contesto, BitMilano, torna in scena dal 4 al 6 febbraio all’Allianz Mico per fare il punto sullo scenario attuale, sia in qualità di principale marketplace del prodotto Italia nel mondo, sia come piattaforma di confronto sui temi cruciali della travel industry, come sostenibilità e digitalizzazione, e sulle destinazioni più appealing del mondo.

Come confermato dall’Osservatorio Bit, il mercato turistico europeo sta attraversando una rapida ripresa dopo l’impatto della pandemia, con dati che, nella prima metà del 2023, registrano le cifre più alte dell’ultimo decennio per quanto riguarda il numero di notti trascorse presso le strutture ricettive Ue. Si arriva a 1.193 milioni, un aumento di quasi 11 milioni rispetto allo stesso periodo del 2019 (+0,9%). Il trend crescente è confermato anche dai pernottamenti, che sono stati 136 milioni in più rispetto al primo semestre 2022 ovvero +12,9% (fonte Eurostat).

I numeri dell’Italia

Anche l’Italia cavalca questa scia positiva; il suo mercato turistico contribuisce notevolmente all’indotto del Paese, in maniera diretta o indiretta, con circa 200 miliardi di euro, pari al 10% del Pil nazionale, e vede impiegate 2,7 milioni di risorse ovvero l’11% del totale degli occupati (dati Cdp). Del resto, anche il bilancio sulla stagione estiva 2023 accredita la Penisola quale meta prediletta, soprattutto per i turisti stranieri, annoverando oltre 100 milioni di pernottamenti tra giugno e agosto 2023 (con prospettive di raddoppio entro il 2033) e un totale di 21 milioni di passeggeri presso gli aeroporti del Paese (+3,8% rispetto al 2019).

L’Italia quindi si trova ora a dover rispondere alle tendenze globali della travel industry, con un occhio alle esigenze dei viaggiatori di oggi e del prossimo decennio, nazionali e internazionali, con un focus principale su sostenibilità e digitalizzazione. Queste tematiche troveranno ampio spazio nell’edizione 2024 di BitMilano, sia attraverso la sua ampia offerta espositiva che grazie un ricco palinsesto convegnistico, “Bringing Innovation into Travel”.

Ampio ventaglio di espositori

L’Italia sarà infatti rappresentata pienamente da nord a sud, con le prime adesioni di Friuli-Venezia-Giulia, Lombardia che negli ultimi anni hanno visto crescere notevolmente i propri flussi turistici, Toscana, Umbria, Abruzzo, Basilicata e Puglia regioni rappresentative per gli sviluppi di un turismo sostenibile e slow.

Non manca del resto anche la rappresentanza internazionale, con destinazioni estere molto amate dagli italiani, quali Cina, Città di Tokyo, Giappone, Barbados. Per quanto riguarda le aziende, spiccano già adesioni di prestigio nei rispettivi settori. Nell’area crocieristica, Msc Crociere, Giver Viaggi e Cruiseline; nell’ambito dell’hotellerie, conferma l’adesione Minor Hotels, punto di riferimento nel settore alberghiero, con soluzioni di viaggio sempre più tailor made. Per i parchi divertimenti, invece, risalta la partecipazione di Gardaland, leader consolidato del suo settore in tutta Europa. Bit 2024 sarà un’occasione per mettere in scena le novità del settore, cogliere i nuovi impulsi, raccontare il futuro del turismo italiano e non solo, con opportunità significative per chiunque sia pronto ad innovare e ad adattarsi alle nuove sfide.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti