Ccnl industria turistica: rottura del tavolo da parte dei sindacati

Le associazioni datoriali firmatarie del Ccnl Industria Turistica Federturismo Confindustria e Associazione Italiana Confindustria Alberghi hanno appreso “con sorpresa, da un comunicato congiunto diffuso dalle organizzazioni sindacali lo scorso 6 novembre, a distanza di 7 giorni dalla riunione negoziale, che il tavolo per il rinnovo del Ccnl industria turistica sarebbe addivenuto ad una rottura“.

Rottura – si legge nella nota – asseritamente addebitabile ad un presunto rifiuto della parte datoriale ad “arrivare ad una discussione compiuta sul salario finalizzata al rinnovo del contratto”.

Confronto interrotto unilateralmente

Federturismo Confindustria e Associazione Italiana Confindustria Alberghi affermano: “E’ importante sottolineare che, per quanto sia fisiologico, nell’ambito di una trattativa lunga e complessa come quella relativa al rinnovo del Ccnl, si arrivi a momenti di confronto anche aspri e in questo caso ciò non è avvenuto. Le scriventi associazioni, consapevoli della comune responsabilità delle parti anche rispetto ai lavoratori del settore, hanno sempre offerto in questi mesi una posizione al tavolo aperta e proattiva.Dispiace dover notare, invece, che proprio quando il lavoro del tavolo si avviava ad entrare nel vivo si sia preferito interrompere il confronto unilateralmente, peraltro con una presa di posizione pubblica intervenuta dopo una settimana dall’effettivo svolgimento dell’incontro”.

L’auspicio

Federturismo Confindustria e Associazione Italiana Confindustria Alberghi esprimono, comunque, l’auspicio di poter riprendere rapidamente un confronto negoziale, scevro da qualsiasi pregiudiziale, che consenta di arrivare al rinnovo complessivo del Ccnl e dichiarano, dunque, la propria disponibilità a riavviare da subito il negoziato“.

Tags: ,

Potrebbe interessarti