L’offerta degli Emirati e dell’Arabia Saudita svilupperà ulteriormente il turismo dei Gcc

Al Rais Travel, partner ufficiale di Arabian Travel Market (Atm) ha evidenziato le ultime tendenze a sostegno della crescita dell’industria turistica negli Emirati Arabi Uniti, in Arabia Saudita e nel resto del Gcc, mentre il numero di visitatori provenienti dai principali mercati di provenienza, tra cui Regno Unito e Cina, continua ad aumentare.

Secondo le analisi di Al Rais, la reputazione di Dubai come destinazione sicura e affidabile e il marchio di fiducia hanno portato a un aumento dei visitatori dai principali mercati di provenienza.

“Il marchio Dubai gode della fiducia dei cittadini di tutto il mondo. Il Paese si è ripreso incredibilmente bene dopo la pandemia e gli ultimi dati relativi alla prima metà del 2023 sono i migliori mai registrati – ha dichiarato Mohamed Al Rais, vice direttore generale di Al Rais Travel -. In termini di mercati in entrata, abbiamo assistito a un certo rimescolamento dei primi cinque, con un leggero calo del Saudita e un aumento dei turisti britannici. Il mercato cinese, nonostante sia tornato solo nel primo trimestre di quest’anno, è già entrato nella top five

Queste tendenze sono certamente confermate dalle ultime cifre rilasciate dal Dipartimento dell’Economia e del Turismo di Dubai (Des) dagli altri partner di Atm, come Emirates e Ihg Hotels & Resorts.

Secondo le ultime statistiche del Det, i principali mercati di provenienza di Dubai includono l’India, che ha registrato un aumento del 44% tra gennaio e agosto 2023 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, l’Arabia Saudita, che ha visto un calo nominale del 5% nello stesso periodo, il Regno Unito, con un aumento del 14% e il mercato cinese, che secondo i dati ha visto un aumento del 309% nei primi otto mesi del 2023 rispetto allo stesso periodo del 2022.

L’esperto di turismo ritiene inoltre che l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti, piuttosto che competere, si completino a vicenda nell’offerta turistica e possano incoraggiare le visite a entrambi, in modo simile all’Europa centrale, dove i visitatori visitano diversi Paesi durante un unico viaggio, a beneficio dell’industria turistica attraverso diversi confini.

Questa opinione è supportata dalla recente notizia di Abdullah bin Touq Al Marri, ministro dell’Economia degli Emirati Arabi Uniti, che ha annunciato l’introduzione di un unico visto turistico comune per i Gcc entro il 2025, che consentirà di viaggiare senza soluzione di continuità tra gli Stati del Golfo, semplificando i viaggi e stimolando il turismo nella regione.

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti