Il food al centro delle scelte di viaggio degli italiani: la ricerca di Skyscanner

Il food sempre più al centro delle scelte di chi viaggia. Specie in Italia, dove secondo una ricerca di Skyscanner un quarto dei viaggiatori (24%) dichiara di aver programmato un viaggio in funzione di un ristorante specifico in cui desiderava mangiare, mentre quasi la metà (49%) afferma che lo farebbe volentieri.

Gustare la cucina locale e provare specialità autentiche sono due delle attività più gettonate dai viaggiatori italiani che si recano all’estero, con il 50% che afferma di preferirlo a quasi tutto il resto.

Un altro dato interessante emerso dalla ricerca è che i viaggiatori italiani ritengono che l’alta cucina sia al di fuori della loro portata. Secondo le loro stime, un’esperienza culinaria di alto livello costa in media 65  euro a persona, mentre il loro budget di spesa in vacanza è in media di 46 euro a persona a pasto.

“La buona notizia, però, è che in sempre più località sono presenti ristoranti economici di alta qualità, ideali per rendere realtà il sogno dei buongustai – ha commentato Stefano Maglietta, travel insights expert di Skyscanner -. Per esempio, ad Osaka ci sono 93 ristoranti stellati, di cui 80 a una stella, molti dei quali sono veramente economici. C’è quindi un’ampia possibilità di vivere un’esperienza gastronomica a basso costo”.

Skyscanner suggerisce poi cinque mete imperdibili per i buongustai al risparmio: Osaka – che rientra nella classifica delle dieci destinazioni emergenti tra i viaggiatori italiani nel 2024 -, Bologna, Singapore, Londra e Hanoi, capitale del Vietnam.

Tags:

Potrebbe interessarti