Il rapporto turismo-Gdo secondo Apicella

Non c’è alcuna intenzione di mettere un piede nella Gdo dal punto di vista della presenza fisica da parte di Welcome Travel Group a seguito della partnership stretta con Conad. L’a.d. Adriano Apicella lo dice molto chiaramente, così come è chiaro il motivo: “Ci sono già nostre agenzie presenti nei centri commerciali e non avrebbe senso per noi farlo”, la risposta data in merito.

Non è tutto. Apicella fa un passo in più ed esplicita ulteriormente la sua posizione: “Io personalmente non credo tanto in quel modello perché una adv non può sopportare quelli che sono i costi di locazione di un centro commerciale a meno che non abbia volumi enormi. Ci sono già gli esempi – dice -, quindi oggi pensare di aprire una adv in un centro commerciale nel 2024, avendo tecnologia per poter gestire il rapporto con il cliente online, tecnologia per gestire a distanza e avendo nei 500 metri di un centro commerciale 5 adv nostre… per quale motivo dovrei aprirla dentro?”. Apicella non lo vede come modello evolutivo di questa partnership “e neanche Conad, perché vediamo negli altri valori che riusciamo ad esprimere un completamento di quella che è l’offerta e quello che potrebbe essere il decollo del progetto. Poi da febbraio (quando ci sarà il debutto, ndr) vedremo online e capiremo”. Allora perché fare questa operazione?

Nuova clientela in adv

L’obiettivo alla base della partnership è “portare nuova clientela nelle adv“. C’è un dato importante che il manager rivela ed è il fatto che “l’86% dei clienti Conad non ha mai prenotato in una adv“. L’intento è intercettare questa percentuale con la distribuzione organizzata, incrementare le vendite delle adv affiliate e “allargare le aree di fatturato dove possono lavorare”.

Apicella spiega anche che “la prenotazione di vendita fatta dal cliente Conad va nel codice della adv. Conad ha associato al proprio portale una rete fisica sul territorio, unendo il network del supermercato al network di adv”. Un progetto che è stato molto ponderato, frutto di due anni di chiacchierate tra le parti.

Il tutto avrà una valenza anche dal punto di vista della visibilità, accrescendo la brand awareness. Le adv potranno beneficiare delle attività di marketing e comunicazione decise da Conad per la promozione del portale Hey Conad Viaggi – lo spot lo si è già visto in tv. Il piano di marketing intanto è in definizione.

I numeri di Conad

Per sfatare ogni dubbio sul perimetro in cui si inserisce l’operazione, Apicella afferma: “Portiamo i clienti della Gdo nelle adv”. I numeri di Conad parlano di 12 milioni di clienti, 17 mld di euro di fatturato della rete di vendita, 2.205 soci, 3.332 punti vendita.

Al momento 700 adv aderenti

L’operazione ha dalla sua che “rende centrali le adv Wtg, che sono libere di decidere se aderire o meno”. Il network crede molto in questa iniziativa e ha iniziato “un onboarding di adv che vogliono aderire e sono libere di poterlo fare”.

E’ in corso l’iter di adesione e i numeri al momento sono positivi, con 700 adv aderenti in due settimane, fa presente Apicella, “l’obiettivo sono mille adv per la partenza del portale“.

I numeri raggiunti al momento mostrano che l’obiettivo in termini di adesione è vicino, Apicella però è consapevole che – poi – si dovranno raggiungere gli obiettivi di fatturato.

Stefania Vicini

Tags: ,

Potrebbe interessarti