Oman: obiettivo 70mila arrivi italiani per la fine del 2023

Si è svolto ieri a Milano e farà tappa oggi a Roma il roadshow organizzato dal Sultanato dell’Oman per presentare le ultime novità della destinazione e annunciare i risultati a oggi. “Un’occasione importante – ha esordito Massimo Tocchetti, presidente di Aigo, agenzia di marketing e comunicazione che rappresenta l’ente in Italia – per il ritorno del roadshow con una folta rappresentanza di operatori locali e un momento prezioso per fare il punto sul Paese. L’Oman – ha proseguito il manager – sta vivendo un dinamico sviluppo che è al tempo stesso sostenibile“. Ecco il perché del nuovo brand “Experience Oman” e l’impegno in una campagna di comunicazione “Oman, a gift for life” che “sarà anche in Italia da dicembre – ha anticipato Tocchetti – su diverse piattaforme”. L’evento ha visto riuniti 27 big player del turismo omanita12 hotel, 11 dmc e 4 compagnie aeree.

I numeri

“Fin dall’inizio – racconta il presidente di Aigo – l‘Oman ha avuto un posizionamento coerente di ‘lusso contemporaneo’. Dopo un 2022 un po’ incerto, stiamo vivendo un 2023 interessante e premiante”. I risultati sono positivi: “Dal 2019 – spiega Tocchetti – gli arrivi sono cresciuti e nel 2022, dopo tutto quello che sappiamo è accaduto, è iniziata la ripresa: abbiamo raggiunto i 25mila arrivi italiani, considerando solo i ‘ground visitors‘ e non includendo i crocieristi. Da gennaio a settembre la quota dei nostri connazionali è stata pari a 27.577; se a questi ‘ground visitors’ aggiungiamo i crocieristi, si arriva a 46mila. Pensiamo, infatti, di chiudere il 2023 con 70mila arrivi, suddivisi tra 40mila solo ‘ground‘ e 27-28mila crocieristi, con un incremento del +53% rispetto all’anno precedente

“.

La brand campaign e le nuove aperture nel Paese

La brand campaign durerà 4 mesi, da dicembre 2023 fino a marzo 2024: per il 65% sarà Ooh a Roma e Milano, per il 23% digital e social con respiro nazionale e 12% diretta alla stampa trade. La campagna getta le basi per un ulteriore momento in cui l’Oman sarà sotto i riflettori: il Sultanato sarà infatti official host country all’Itb Berlin 2024, dal 3 al 5 marzo 2024. Il 2023-24 e 25 saranno cadenzati anche numerose aperture alberghiere di categoria 5 stelle per un totale di 1.400 nuove camere.

 

Tra le recenti novità, a Nizwa il museo interattivo Oman across ages, che, con un ricco parterre culturale e in continua evoluzione, ha schiuso i battenti a marzo. E’ in arrivo a Seeb per la fine del 2024 l’Oman Botanic Garden, al momento in fase di sviluppo, che offrirà interi padiglioni dedicati alle varie specie botaniche e ai diversi ecosistemi. Tra i futuri sviluppi: un eco-resort a Khasab (Musandam), un resort per lo sport e il benessere a Saham (Al Batinah Nord), un resort di montagna a Rustaq (Al Batinah Sud), un altro per famiglie a Jabal Shams, un resort e centro avventura ad Al Hamra, un centro visitatori a Jabel Al Akdar (Al Dakhiliyah). Non mancheranno poi, nel corso di questi mesi, importanti eventi.

“L’Oman ha una storia millenaria ed è noto per essere una destinazione accogliente e un paradiso naturale con strutture di altissimo livello, perfetto per gli odierni trendsetter, i cosiddetti experience seeker, alla ricerca di nuove esperienze di viaggio in contesti fuori dal comune, densi di cultura. Dalle spedizioni nel deserto, alle immersioni, fino ai tour culturali, l’Oman offre una vasta gamma di attività per questo tipo di viaggiatore – ha commentato Haitham Mohammed Al Ghassani, director general of promotion ministry of heritage and Tourism dell’Oman -. La vision 2040 è il grande progetto del ministero che punta a rendere il Paese una destinazione aspirazionale: la presenza di spicco a Itb 2024 e gli eventi di levatura mondiale sono solo alcuni dei modi per far scoprire il Sultanato e le sue esperienze uniche. Siamo certi che il successo di questi eventi stimolerà il turismo europeo verso il nostro Paese, rendendo sempre più reale l’obiettivo della vision 2040″.

 A breve un’intervista con il director general of promotion ministry of heritage and Tourism dell’Oman.

Nicoletta Somma

Tags: ,

Potrebbe interessarti